Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Tessile: Pitti, in 2012 -7% fatturato filati italiani

colonna Sinistra
Martedì 22 gennaio 2013 - 15:23

Tessile: Pitti, in 2012 -7% fatturato filati italiani

(ASCA) – Firenze, 22 gen – Dopo due anni di trend positivo,la filatura italiana chiudera’ il 2012 con un calo difatturato del 7%. La stima, di Sistema Moda Italia, e’ resanota alla vigilia di Pitti Filati, al via da domani allaFortezza da Basso di Firenze. Hanno perso tono, secondo Smi,sia la domanda estera sia soprattutto la domanda internaintra-filiera (il consumo apparente e’ stimato cedere il-18,5%). Lo stesso valore della produzione italiana, dopo irimbalzi del 2010-2011, assiste ad un ridimensionamento,stimato in particolare in una variazione del -13,1%.

Nel 2012 l’export settoriale non ha brillato, anche se itemuti crolli non si sono verificati; il decremento dellevendite estere, secondo le previsioni, dovrebbe fermarsi al-7,5%.

Complessivamente, pertanto, il fatturato estero settorialedovrebbe restare al di sopra dei 900 milioni di euro. Contestualmente l’import, dopo un biennio di crescita suritmi estremamente vivaci, per l’anno 2012 e’ stimato in calodel -19,1%, corrispondente a poco piu’ di 860 milioni dieuro. Il saldo commerciale torna positivo per 58 milioni dieuro.

Sul fronte occupazionale, sulla base dell’elaborazione deidati forniti dalle aziende rispondenti all’IndagineCampionaria SMI, la filatura laniera palesa contrazioni dilieve entita’ rispetto ai livelli del 2011, mentre nel casodella filatura cotoniera si devono registrare cali di uncerto rilievo, su tassi a due cifre. afe/mau/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su