Header Top
Logo
Martedì 25 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Eni: perforato con successo primo pozzo a Sankofa Est nel Ghana

colonna Sinistra
Giovedì 17 gennaio 2013 - 11:26

Eni: perforato con successo primo pozzo a Sankofa Est nel Ghana

(ASCA) – Roma, 17 gen – Eni ha perforato con successo SankofaEst 2A, il primo pozzo di delineazione della scoperta a oliodi Sankofa Est effettuata nel blocco Offshore Cape ThreePoints (OCTP), situato nel Tano Basin circa 50 chilometri allargo della costa del Ghana. Lo annuncia la societa’ sottolineando che ”il risultatoe’ rilevante poiche’ aumenta il potenziale commerciale a oliodel blocco OCTP e ne conferma l’importanza strategica perl’ulteriore sviluppo industriale ed economico del paese”.

Sankofa Est 2A, perforato a 8 chilometri dal pozzo discoperta Sankofa Est X1, ha confermato l’estensione del camponella parte occidentale della sequenza sabbiosa di eta’Cenomaniana, incrementando significativamente i volumi diolio in posto. Eni stima il potenziale complessivo dellascoperta in circa 450 milioni di barili di olio in posto conrisorse recuperabili fino a 150 milioni di barili. I datiacquisiti hanno inoltre confermato la continuita’ delgiacimento tra il pozzo di scoperta e quello di delineazione.

Il pozzo Sankofa Est 2A, perforato in 990 metri d’acqua ea 4.050 metri di profondita’ complessiva, ha incontrato 23metri di sabbie mineralizzate a gas e condensati e 76 metricomplessivi di sabbie di eta’ cretacica mineralizzate a olioa 30* API. Eni ”ha avviato gli studi per un rapido sviluppocommerciale delle importanti riserve a olio finoraconfermate. Sono inoltre in corso gli studi di ingegneria perlo sviluppo e la commercializzazione delle riserve di gas delblocco, secondo i principi stabiliti nel Memorandum ofUnderstanding recentemente siglato da Eni, Vitol e GhanaNational Petroleum Corporation (GNPC) con il Ministerodell’Energia del Ghana, intesa che dedica particolareattenzione al mercato domestico del gas, settore in crescitae rispetto al quale Eni e i partner della joint ventureintendono rivestire un ruolo trainante”.

Eni stima che le risorse complessive recuperabili nelblocco OCTP inclusive di gas, liquidi associati e olio sianodi circa 450 milioni di barili di olio equivalente.

Eni, attraverso la propria societa’ Eni Ghana Explorationand Production Limited, e’ l’operatore del blocco OCTP conuna quota del 47.222%. Gli altri partner sono VitolUpstream Ghana Limited, con una quota del 37.778%, e lacompagnia di stato GNPC, con una quota del 15%. GNPC haun’opzione per una quota addizionale del 5%. Eni e’ presentein Ghana dal 2009 ed e’ operatore dei blocchi esplorativioffshore di OCTP e Keta. com-fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su