Header Top
Logo
Sabato 29 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Elezioni: Centrella (Ugl), in agenda Monti solo intenti su Sud e lavoro

colonna Sinistra
Lunedì 7 gennaio 2013 - 15:26

Elezioni: Centrella (Ugl), in agenda Monti solo intenti su Sud e lavoro

(ASCA) – Roma, 7 gen – ”Sud e occupazione avrebbero dovutorappresentare i punti di forza del progetto politico di MarioMonti, invece proprio su questi due temi piu’ che un’agendadi impegni abbiamo letto un’agenda di intenti, nonsufficienti peraltro ad entrare nel vivo dei problemi che dadecenni lacerano il nostro Paese”. E’ quanto sostiene ilsegretario generale dell’Ugl, Giovanni Centrella. ”Il capitolo dedicato al Sud – spiega – non puo’contenere unicamente l’obiettivo di arrivare ad unautilizzazione totale dei Fondi strutturali dell’Ue, sebbenesi tratti di uno scopo condivisibile e auspicabile, ma vaposto al centro della campagna elettorale e dell’azione diqualsiasi futuro governo, impegnando risorse finanziarie eculturali per colmare il divario di infrastrutture materialie immateriali esistente tra Nord e Mezzogiorno. A partire dalcapitolo piu’ importante: la sicurezza. In caso contrario pergli anni a venire potremo dimenticare ancora crescita esviluppo”.

”Cosi’ anche in materia di lavoro – sottolinea – l’agendaMonti fa una semplice ricognizione di quanto gia’ scrittonella riforma Fornero senza specificare nel dettaglio come siintendano rafforzare gli ammortizzatori sociali, le politicheattive del lavoro e i servizi per l’impiego, visto che unaltro ambizioso obiettivo e’ ridurre al massimo di un anno iltempo medio di passaggio da un’occupazione ad un’altra. Altriobiettivi ambiziosi come il Piano per l’Occupazione giovanilee la promozione di un ”invecchiamento attivo’ per gli over55 senza lavoro restano nel mondo delle idee piu’ che deifatti”. Per Centrella ”anche le proposte appena accennate in temadi liberalizzazioni dei mercati dei beni e dei servizi,welfare, famiglie aprono interrogativi gravi in vista deglianni difficili che ci attendono, dove il rischio di unimpoverimento progressivo della societa’ italiana e’ gia’nella realta’, come hanno certificato molte autorevoliistituti e centri di rilevazione statistica”. com-fch/mau/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su