Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Agroalimentare: Coldiretti, nel 2012 record per export prodotti italiani

colonna Sinistra
Sabato 5 gennaio 2013 - 11:32

Agroalimentare: Coldiretti, nel 2012 record per export prodotti italiani

(ASCA) – Roma, 5 gen – Record storico per il valore delleesportazioni di prodotti agroalimentari italiani che nel 2012ha raggiunto il massimo di sempre, superando quota 31miliardi di euro. E’ quanto emerge da una analisi dellaColdiretti sulla base dei dati Istat relativi al commercioestero. La maggior parte delle esportazioni – sottolinea laColdiretti – interessa i paesi dell’Unione Europea per unvalore stimato di 23,3 miliardi (+3 per cento) ma il Made inItaly cresce anche negli Stati Uniti con 2,6 miliardi (+10per cento) e nei mercati asiatici dove si e’ avutol’incremento maggiore con un +21 per cento (2,5 miliardi). Alivello generale, l’aumento dell’export rispetto allo scorsoanno e’ stato del 2 per cento.

Tra i principali settori del Made in Italy, il prodottopiu’ esportato si conferma il vino, con 4,5 miliardi (+7 percento) davanti all’ortofrutta fresca (3,9 miliardi di euro),che resta sostanzialmente stabile cosi’ come l’olio (1,2miliardi). Aumenta, invece, la pasta che rappresenta una voceimportante del Made in Italy sulle tavole straniere con 2,1miliardi (+7 per cento).

Fra i dati piu’ significativi quello del mercato cinese,dove si registra un vero e proprio boom dei prodotti delladieta mediterranea, con l’aumento del 28 per cento dellevendita di olio, addirittura dell’84 per cento di quelledella pasta e del 21 per cento del vino. Ma anche i formaggisi affermano tra i consumatori cinesi, con gli acquisti diGrana Padano e Parmigiano Reggiano che triplicano, mentrequelli di prosciutto sono addirittura quintuplicati.

Salgono addirittura del 64% le esportazioni dello spumantetricolore in casa dello Champagne, la Francia. Ma i cuginitransalpini sembrano sempre piu’ propensi anche a ”tradire”camembert e roquefort per i formaggi italiani, che aumentanodel 4 per cento. Prosegue anche il buon momento della birraMade in Italy che avanza in Germania, patriadell’Oktoberfest, (+11 per cento) e tra i ”vichinghi” deipaesi scandinavi, con una crescita del 19 per cento.

red-uda/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su