Header Top
Logo
Mercoledì 26 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Poste Italiane: Consumatori, azienda cambia regole senza avvisare utenti

colonna Sinistra
Venerdì 4 gennaio 2013 - 13:17

Poste Italiane: Consumatori, azienda cambia regole senza avvisare utenti

(ASCA) – Roma, 4 gen – ”L’anno appena iniziato ha riservatouna nuova sorpresa a lavoratori e pensionati in particolare:Poste Italiane ha deciso di modificare le procedure per iprelievi dal libretto postale”. E’ quanto si legge in uncomunicato di Federconsumatori e Adusbef, secondo cui ”finoad oggi, infatti, i titolari di libretto potevano prelevarefino a 2.500 euro in qualsiasi ufficio postale(successivamente ridotti a 999 euro in base al Decreto SalvaItalia): e questo era il pezzo forte su cui puntava lapubblicita’ del libretto postale; da oggi, invece, per poterprelevare in un ufficio diverso da quello in cui si e’ apertoil libretto bisogna essere in possesso della tesseraelettronica legata al libretto”. L’associazione sottolinea tuttavia che ”questa tesseragratuita, era facoltativa, nel senso che solo chi lodesiderava esplicitamente veniva dotato di questo strumento,ma rendere indispensabile il suo possesso per effettuare iprelievi in qualsiasi ufficio impedisce ai pensionati diriscuotere oggi la pensione”.

La cosa piu’ grave, prosegue la nota, e’ che ”ai titolaridi libretto non e’ stata spedita alcuna comunicazione adomicilio: questo vuol dire che tal sorpresa giungeinaspettata al termine di una lunga fila allo sportello,quando, finalmente giunti davanti all’operatore, quest’ultimoprima di procedere richiede di esibire la tessera (che, adoggi, conserva ancora la caratteristica di esserefacoltativa)”.

Poste Italiane, concludono le associazioni, ”non puo’modificare le condizioni del contratto del librettoall’insaputa dei titolari” per cui ”invitiamo l’azienda arispettare le regole e siamo disponibili ad un confrontoimmediato per chiarire tale faccenda”.

red-fch/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su