Header Top
Logo
Sabato 25 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Rc Auto: Facile.it, al via aumenti per quasi 1,4 mln italiani

colonna Sinistra
Giovedì 3 gennaio 2013 - 10:09

Rc Auto: Facile.it, al via aumenti per quasi 1,4 mln italiani

(ASCA) – Roma, 3 gen – Quello appena cominciato sara’ unGennaio all’insegna di molti cambiamenti per gliautomobilisti italiani; ma non tutti positivi. Secondo quantorilevato attraverso l’analisi di oltre 500.000 preventivieffettuati negli ultimi 30 giorni, Facile.it, ha potutostabilire che saranno quasi 1.400.000 gli italiani che,avendo causato un incidente con colpa nel corso dell’ultimoanno, saranno costretti a pagare un premio assicurativo piu’alto.

Sia pure molto elevata, la cifra e’ leggermente inferiorea quella registrata lo scorso anno, ma secondo MauroGiacobbe, Responsabile business unit assicurazioni diFacile.it, ”il numero va interpretato alla luce dellasituazione economica che stiamo vivendo; studi di settoreparlano di una riduzione dei chilometri percorsi di circa il7%-8% rispetto al 2011; questo fa diminuire anche lapossibilita’ di causare incidenti, ma dato che i costicomplessivi sono in aumento diventa fondamentale risparmiaredove si puo’; in primis sull’assicurazione”. Dall’analisi condotta da Facile.it e’ emerso che dove leassicurazioni hanno costi piu’ contenuti e il cambio diclasse spaventa meno, si denuncia il sinistro piu’ spesso;ecco spiegato il motivo per cui la Toscana, per il quartoanno consecutivo, e’ in cima alla classifica con il 5,14% diautomobilisti che ha dichiarato di aver causato un incidentenel 2012; a seguire si trovano il Lazio (4,76%), e le dueisole maggiori; la Sicilia e’ terza con il 4,69%, laSardegna quarta con il 4,63%. Tutte attorno al 3,5% didenunce Calabria, Campania e Puglia.

Un discorso simile e’ quello che riguarda le categorieprofessionali. A denunciare, in proporzione, il maggiornumero di sinistri sono stati i pensionati. ”Avendo lapatente da molti anni – spiega Giacobbe – sono solitamenteinquadrati nelle classi di merito migliori e per loro unaretrocessione e’ meno onerosa. Inoltre, stando ai dati,ricorrono all’intervento dell’assicurazione anche per dannidi piccolo valore che altre categorie tendono a rimborsare ditasca propria”. Se risparmiare sul carburante e’ complicato, trovareun’assicurazione piu’ economica e’ possibile e dal 1Gennaio, con l’abolizione del tacito rinnovo, gliautomobilisti avranno un incentivo in piu’ per farlo. ”Finoad oggi – continua Giacobbe – molti italiani si adagiavanosulla propria assicurazione senza verificare se ne esistesseuna piu’ adatta a loro; nell’ultimo periodo qualcosa e’cambiato e il volume delle polizze intermediate via web, adesempio, e’ cresciuto arrivando all’8% del totale polizzeemesse in Italia. L’abolizione del tacito rinnovo da un latospingera’ molti automobilisti a guardarsi intorno e averificare quali siano le offerte presenti sul mercato,dall’altro le compagnie ad essere piu’ competitive e amettere in atto strategie di marketing (e di prezzo) perattirare a se’ i profili migliori”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su