lunedì 27 febbraio | 13:13
pubblicato il 30/set/2014 18:03

* Petrolio in caduta, barile Brent sotto 95 dollari Wti sotto 92

Pesano prospettive di debolezza domanda (ASCA) - Roma, 30 set 2014 - Tornano a cadere i prezzi petroliferi, e il barile di Brent finisce fin sotto 95 dollari, 20 dollari in meno rispetto al picco da 115,71 dollari toccato lo scorso giugno. Gli ultimi ribassi potrebbero essere stati esacerbati dai movimenti dei cambi valutari, con il dollaro in risalita sull'euro, e dai dati deludenti sul clima di fiducia negli Stati Uniti.

Di fondo pero' da mesi pesa la prospettiva di un eccesso di offerta di oro nero rispetto ad una domanda globale che risentira' degli indebolimenti della crescita economica in diverse regioni, tra cui Europa e Cina.

A Londra il barile di Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord cade di 2,62 dollari rispetto alla chiusura di ieri, a quota 94,58 dollari. Sul New York Mercantile Exchange il barile di West Texas Intermediate cede perfino 3,04 dollari, a quota 91,53 dollari.

Voz

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Lavoro
Lavoro, Camusso: su data referendum tutto tace
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech