sabato 10 dicembre | 18:01
pubblicato il 03/set/2014 11:54

* Ocse:modificare articolo 18 e approvare rapidamente "Jobs Act"

Sostituire obbligo di reintegro con indennita', anche per precari (ASCA) - Roma, 3 set 2014 - Il "Jobs Act" elaborato dal governo guidato da Matteo Renzi va "approvato e reso operativo rapidamente", afferma l'Ocse "in modo da ridurre i costi di licenziamento e, in particolare, ridurre l'incertezza sull'esito dei licenziamenti economici". Inoltre, secondo l'Organizzazione parigina bisognerebbe procedere a modificare l'articolo 18 nella pate in cui prevede il diritto al reintegro in caso di licenziamento ingiustificato.

"Una opzione sul tavolo - afferma infatti l'Ocse nella scheda sull'Italia contenuta nel suo rapporto annuale sul lavoro - consiste nella sostituzione (salvo nel caso di discriminazione) del diritto di reinserimento con un'indennita' crescente con l'anzianita' di servizio".

Nuove norme di questo tipo dovrebbero poi essere applicate "allo stesso modo per l'interruzione di contratti permanenti e temporanei (anche se giunti a scadenza) come accade in Irlanda e nel Regno Unito".

Voz

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina