lunedì 27 febbraio | 06:34
pubblicato il 16/set/2014 15:58

* Landini: in prossime settimane rischio licenziamenti di massa

Stop a effetti riforma Fornero che cancella cassa in deroga (ASCA) - Reggio Calabria, 16 set 2014 - Nelle prossime settimane potrebbero scattare licenziamenti di massa in molte aziende. A lanciare l'allarme e' il leader della Fiom-Cgil, Maurizio Landini, che ha chiesto al Governo di bloccare gli effetti della riforma Fornero sul mercato del lavoro, a partire dalla cancellazione della cassa integrazione in deroga.

"Il primo problema - ha detto Landini a margine del congresso della Uilm - e' quello di evitare licenziamenti. Nelle prossime settimane c'e' il rischio di licenziamenti di massa. A Termini Imerese e in tante imprese finiscono gli ammortizzatori sociali.

Se uno vuole fare una cosa intelligente blocchi la riforma Fornero, che fa partire la mobilita' e cancella la cassa in deroga".

Secondo Landini, questa e' la "strada piu' utile". Il Governo "ha diritto di prendere le decisioni - ha aggiunto - ma non puo' essere l'opposto: che sia il Governo a pensare. L'anno e' drammatico. Bisogna estendere e non ridurre le tutele perche' un lavoro senza diritti e' schiavitu'. Ogni sindacato ora si assuma la propria resposnabilita' e assuma azioni conseguenti".

Vis

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech