domenica 19 febbraio | 20:11
pubblicato il 16/set/2014 13:02

* Csc: si allenta credit crunch, ma molte aziende in affanno

Dal 2011 stock di prestiti giu' di 101 miliardi di euro (ASCA) - Roma, 16 set 2014 - Si allenta il credit crunch ma molte aziende hanno ancora difficolta' nell'accesso ai finanziamenti bancari. Il credito erogato alle imprese italiane mostra segni di risalita, dopo l'attenuazione della caduta nella prima meta' del 2014. A luglio i prestiti sono aumentati dello 0,2%, dopo essere rimasti fermi a giugno. A riferirlo e' il Centro Studi di Confindustria negli ultimi Scenari economici.

Il ritmo medio di caduta nei primi cinque mesi del 2014 era stato di -0,2%, rispetto al -0,4% tra settembre 2011 e dicembre 2013.

Lo stock di prestiti resta dell'11% inferiore rispetto al picco del 2011 (-101 miliardi di euro).

Ma "sono ancora tante le aziende che non ottengono i prestiti richiesti": 13,1% nel manifatturiero ad agosto, da 15,6% a inizio anno (6,9% nella prima meta' del 2011). Nella gran parte dei casi e' la banca a negare il credito (87%). Si e' ridotta, infatti, la quota di imprese che rinunciano a un'offerta troppo onerosa (13%, da 26% a maggio).

Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia