giovedì 23 febbraio | 16:00
pubblicato il 16/set/2014 13:00

* Allarme Csc: manca lavoro a 7,8 milioni di persone

Il mercato del lavoro resta debole (ASCA) - Roma, 16 set 2014 - Il mercato del lavoro, in Italia, resta debole. Sono 7,8 milioni le persone a cui manca il lavoro, totalmente o prazialmente. A lanciare l'allarme e' il Centro Studi di Confindustria negli ultimi Scenari economici.

Secondo i calcoli del Csc, per avere un quadro completo della "debolezza del mercato del lavoro", ai circa 3 milioni e 200mila disoccupati stimati nel secondo trimestre 2014 (+83% rispetto a sei anni prima) bisogna aggiungere altri due gruppi di senza lavoro, totali o parziali: gli occupati part-time involontari (2 milioni e 661mila, +87,6%) e i non-occupati che sarebbero disponibili a lavorare ma non hanno compiuto azioni di ricerca attiva perche' scoraggiati (1 milione e 616mila individui, +56,6%) oppure perche' stanno aspettando l'esito di passate azioni di ricerca (609mila, +87,7%). In totale, "sono 7,8 milioni le persone a cui, in un modo o nell'altro, manca lavoro".

Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
L'Italia del vino chiude 2016 con record vendite in Cina
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech