domenica 26 febbraio | 11:24
pubblicato il 30/set/2014 19:17

* Agcom: ok a nuovi canoni frequenze tv, 13 mln per Rai e Mediaset

Autorita' stabilisce criteri per determinazione frequenze (ASCA) - Roma, 30 set 2014 - Rai e Mediaset verseranno ciascuna 13 milioni annui per l'uso dei cinque multiplex che al momento hanno in concessione per la durata di 18 anni. Il Consiglio dell'Autorita' per le Garanzie nelle Comunicazioni ha adottato a maggioranza una delibera recante i criteri per la determinazione, da parte del Ministero dello sviluppo economico , dei contributi annuali per l'utilizzo delle frequenze televisive terrestri. Contributi che sono a carico dei soggetti assegnatari delle frequenze, ossia - dopo il passaggio al sistema digitale - degli operatori di rete. L'Autorita' si e' conformata al dettato dell'art. 3-quinquies del decreto- legge n. 16 del 2012, assumendo come valore di riferimento il prezzo di aggiudicazione delle frequenze TV nell'asta conclusasi nel mese di giugno. La delibera prevede "un incremento del contributo per ogni multiplex addizionale in funzione anticoncentrativa; un incentivo per l'utilizzazione di tecnologie innovative; un trattamento differenziato per gli operatori locali in ragione della peculiarita' del settore".

(segue) red-cip

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech