Header Top
Logo
Martedì 20 Agosto 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Facebook: Instagram fa marcia indietro su scroll orizzontale post

colonna Sinistra
Giovedì 27 dicembre 2018 - 21:36

Facebook: Instagram fa marcia indietro su scroll orizzontale post

Invece che verticale, per alcuni lettura dei post come in storie
Facebook: Instagram fa marcia indietro su scroll orizzontale post

New York, 27 dic. (askanews) – Una controversa revisione del modo in cui si guardano i post su Instagram ha provocato tra gli utenti non poche polemiche. Formalmente pensato per essere un “test molto limitato finito per sbaglio su larga scala”, il redesign della piattaforma ha sorpreso gli utenti della celebre app di condivisione di immagini controllata da Facebook. Invece che scorrere i post verticalmente, alcuni iscritti sono stati obbligati a farlo orizzontalmente come succede per le “storie”.

Subito su Twitter è iniziato a circolare l’hashtag #instagramupdate con commenti tutt’altro che positivi. Qualcuno lo ha definito “il peggiore update in assoluto ad essere mai stato fatto”, qualcun altro ha fatto capire di volere cancellarsi dalla app e altri ancora hanno sostenuto che l’update abbia rovinato la loro mattinata. Il grido degli utenti è stato chiarissimo: tornare all’ordine cronologico dei post. La loro richiesta è stata soddisfatta ancora prima che l’update fosse arrivato a tutti gli iscritti.

Quello che il numero uno di Instagram, Adam Mosseri, ha definito un “test” finito male per via di uno “sbaglio” che è stato poi corretto richiama la deblace dell’aggiornamento di Snapchat, che a sua volta sollevò le critiche compromettendo la crescita degli utenti della app.

Per sbaglio o no, l’update di Instagram è stato dunque annullato. D’altra parte Facebook dipende sempre di più sulla crescita della app, che ora vanta circa un miliardo di utenti, mentre l’omonimo social media sembra avere raggiunto il suo picco.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su