Header Top
Logo
Sabato 23 Settembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Imbarazzo Apple, prima dimostrazione riconoscimento volto non va

colonna Sinistra
Mercoledì 13 settembre 2017 - 16:33

Imbarazzo Apple, prima dimostrazione riconoscimento volto non va

La funzione Face ID dell'iPhone X non ha funzionato
20170913_163253_A5D02C32

New York, 13 set. (askanews) – Mentre fa i conti con le vendite a Wall Street (-1%), colpa di consegne del suo nuovo iPhone X che non ci saranno prima di novembre, Apple cerca di superare un momento imbarazzante che non è passato innosservato quando ieri il gruppo ha lanciato una serie di nuovi prodotti incluso lo smartphone che segna il decimo anniversario del lancio del dispositivo.

L’iPhone X, pronunciato iPhone 10, è il primo nella storia del telefonino a vantare una funzione che permette lo sblocco attraverso un sofisticato sistema di riconoscimento facciale. Peccato che quando Craig Federighi, a capo del software di Apple, sia salito sul palco dello Steve Jobs Theater per una dimostrare il cosiddetto Face ID questo ha fatto cilecca. “Sbloccarlo è tanto facile quanto guardarlo”, ha detto Federighi mentre teneva nella sua mano un iPhone X. Quando lo sblocco non c’è stato, ha aggiunto: “Proviamo di nuovo”. A guardalo erano mille persone riunite per la prima volta nella sala dedicata al cofondatore del gruppo e situata nel nuovo campus dell’azienda. A quel punto è comparsa la tastiera con i numeri da pigiare per sbloccare il dispositivo attraverso una password numerica. “Oh, oh, oh”, ha detto Federighi mostrandosi sorpreso. A quel punto ha afferrato un secondo iPhone X che ha funzionato al primo colpo.

Per quanto l’episodio non sia indicativo di un cattivo funzionamento del riconoscimento facciale, è stato comunque imbarazzante per Apple. Per il primo iPhone senza il tasto Home da quanto lo smartphone è stato lanciato nel 2017, il gruppo voleva che tutto andasse via liscio. E invece, un paio di secondi imprevisti hanno rovinato la presentazione di un prodotto da mille dollari (nessun iPhone è mai costato così tanto). Ora i consumatori intenzionati ad acquistarlo, dovranno aspettare il 3 novembre per verificare se Face ID funziona bene. Si tratta di una tempistica più lunga del solito visto che in genere i nuovi iPhone sono disponibili da settembre.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su