Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Yen vola a massimi da 18 mesi spinto da immobilismo Banca Giappone

colonna Sinistra
Giovedì 28 aprile 2016 - 11:28

Yen vola a massimi da 18 mesi spinto da immobilismo Banca Giappone

Nonostante tagli su stime crescita e inflazione sotto zero
20160428_112804_250B6BC3

Roma, 28 apr. (askanews) – Balzo in avanti dello yen e scivolone della Borsa in Giappone, dopo che la Banca centrale si è astenuta dal varare nuovi potenziamenti degli stimoli monetari. E questo a dispetto di una ricaduta sotto zero dell’inflazione e di revisioni al ribasso delle previsioni della stessa istituzione, sia sulla dinamica dei prezzi al consumo, sia sulla crescita economica.

L’immobilismo nippon potrebbe essere legato alla linea mostrata poche ore prima dalla Federal Reserve. La Banca centrale americana che ha fatto una scelta attendista, secondo alcuni osservatori senza che questo precluda un eventuale nuovo rialzo dei tassi a giugno che ridurrebbe le pressioni ad agire della controparte giapponese.

Però l’inazione al momento ha avuto immediate ripercussioni di mercato. Lo yen è schizzato al rialzo, con il dollaro caduto di oltre il 3 per cento fin sotto quota 108 yen, e tornando così sui minimi da un anno e mezzo. Tokyo ha chiuso in ribasso del 3,61 per cento.

Una cospicua quota di analisti si attendeva un intervento di qualche genere. Invece nulla, nonostante la revisione al ribasso delle stime di crescita economica, al più 1,2 per cento sull’anno fiscale 2016-2017, dal precedente più 1,5 per cento, e allo 0,5 per cento sull’inflazione dallo 0,8 per cento precedentemente pronosticato. Peraltro a marzo l’inflazione è ricaduta sotto zero in maniera più netta del previsto, con un meno 0,3 per cento dei prezzi su base annua.

Forse la delusione dei mercati è legata all’assenza di provvedimenti proprio dopo questo valore particolarmente problematico del caro vita. Che si è accompagnato da nuovi segnali di debolezza dai consumi delle famiglie, laddove la produzione dell’industria, con un più 3,6 per cento a marzo ha mostrato un netto rimbalzo dopo un mese particolarmente fiacco.

La partita comunque non è chiusa e la Banca del Giappone ha ribadito di esser pronta a intervenire ove si rendesse necessario. Ma intanto il governatore Haruhiko Kuroda si assume un certo rischio di vedere l’economia riscivolare in deflazione.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su