Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ecco perché l’euro è rimbalzato sopra 1,11 dopo scivolone post Bce

colonna Sinistra
Giovedì 10 marzo 2016 - 16:37

Ecco perché l’euro è rimbalzato sopra 1,11 dopo scivolone post Bce

Mercati ora sembrano escludere altri tagli a tasso depositi
20160310_163744_A7AB2B78

Roma, 10 mar. (askanews) – Euro in altalena sul mercato dei cambi, sul filo delle parole di Mario Draghi. Prima la valuta condivisa è caduta a 1,0822 dollari, sui minimi da oltre un mese e mezzo dopo che la Bce ha annunciato un potenziamento degli stimoli all’economia superiore alle attese. Ma successivamente ha mostrato un repentino rimbalzo arrivando a superare quota 1,11 dollari, con un picco intraday di 1,1135.

Secondo alcuni analisti questo si spiega con il fatto che Draghi ha indirettamente suggerito la possibilità che i tassi sui depositi, che sono a livelli negativi e che oggi la Bce ha ulteriormente tagliato, di 10 punti base al meno 0,40 per cento, siano arrivati al loro “pavimento”. “Non anticipo – ha infatti detto il capo della Bce – ulteriori tagli dei tassi”.

Secondo Brian Daingerfield, stratega sui cambi valutari di Royal Bank of Scotland citato da Dow Jones “questo potrebbe suggerire che il requisito per abbassare ancora i tassi potrebbe essere più stringente di quanto atteso dai mercati”. E il tasso sui depositi che le banche tengono parcheggiati presso la Bce, per cui di fatto devono pagare una sorta di tassa, ha un peso rilevante nello zavorrare l’euro sul mercato dei cambi.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su