Header Top
Logo
Venerdì 17 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Cina, il capo dell’ente di statistica indagato per corruzione

colonna Sinistra
Martedì 26 gennaio 2016 - 14:58

Cina, il capo dell’ente di statistica indagato per corruzione

Dati Pil 2015 avevano riacceso dibattito su veridicità statistiche
20160126_145832_A192E3CE

Pechino, 26 gen. (askanews) – Anche il numero uno dell’ente di statistica della Cina, Wang Baoan, esponente di lungo corso delle passate amministrazioni incappa nelle maglie del temutissimo ufficio anticorruzione creato dal presidente Xi Jinping. Con la formula burocratica con cui tipicamente vengono annunciate le indagini per corruzione, l’amministrazione centrale per le ispezioni disciplinari cinese ha riferito che “Wang Baoan è sospettato di gravi violazioni disciplinari” e che “attualmente è sotto indagine”.

Il tutto a pochi giorni dei dati ufficiali sul Pil 2015, secondo cui al 6,9 per cento la crescita economica del Dragone ha segnato una attenuazione ai minimi da 25 anni a questa parte.

Dati che hanno riacceso il dibattito sull’affidabilità delle cifre statistiche cinesi, che secondo molti osservatori esteri potrebbero essere gonfiate di diversi punti rispetto alla realtà.

Proprio oggi Wang, che ha ricoperto diverse posizioni al ministero delle Finanze cinese negli ultimi 17 anni, aveva difeso l’affidabilità dei dati statistici.

Da quando il presidente Xi ha lanciato l’attività dell’ufficio anti corruzione, prima quasi sconosciuto, numerosi esponenti vicini alle precedenti nomenklature sono incappati nelle sue maglie, venendo così estromessi dalle rispettive cariche e subendo generalmente pesantissime condanne penali. (fonte Afp)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su