Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Petrolio in risalita dopo minimi 11 anni, Brent a 36,42 dollari

colonna Sinistra
Martedì 22 dicembre 2015 - 11:17

Petrolio in risalita dopo minimi 11 anni, Brent a 36,42 dollari

Ma anche consumi invernali si profilano più bassi del solito
20151222_111701_6DF8D989

Roma, 22 dic. (askanews) – Prezzi petroliferi in lieve risalita, con cui il barile si attesta circa 2 dollari al di sopra dei nuovi minimi pluriennali cui era caduto nella seduta precedente. Il Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord guadagna 7 cents rispetto alla chiusura di ieri, portandosi a 36,42 dollari al barile. Negli scambi dell’after hours sul Nymex il barile di West texas intermediate sale di 26 cents a 36,04 dollari.

Ieri il Brent, appena sopra 34 dollari aveva segnato un minimo da oltre 11 anni mentre il Wti, a 33,98 dollari, aveva registrato il valore più basso dal febbraio del 2009. Il recupero era iniziato già a tarda seduta.

In questa fase le quotazioni dovrebbero risentire del picco stagionale di domanda legato ai consumi per riscaldamento e al periodo di trasferimenti per le festività. Tuttavia, anche questo fattore ciclico risulta particolarmente smorzato quest’anno, a causa delle temperature particolarmente miti che si registrano a livello globale.

Il tutto si aggiunge alla generale debolezza dei prezzi legata all’eccesso di offerta che da molti mesi pesa sui mercati. Tendenza accentuata anche dal rafforzamento del dollaro, innescato dal rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve. Ma soprattutto il calo è stata esacerbato dal recente vertice dell’Opec, il cartello dei Paesi esportatori che ormai appaiono palesemente divisi e incapaci, o non intenzionati, a fare alcunché, in termini di stretta all’offerta contro i cali delle quotazioni.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su