Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bce, Praet: attacchi Parigi aumentano rischi su ripresa economia

colonna Sinistra
Giovedì 19 novembre 2015 - 10:20

Bce, Praet: attacchi Parigi aumentano rischi su ripresa economia

A Bloomblerg: risalita inflazione slitta, a dicembre decideremo
20151119_102039_300DE4A7

Roma, 19 nov. (askanews) – Gli attacchi terroristici di Parigi “potrebbero aver accresciuto i rischi di indebolimento” sulla ripresa economica dell’area euro, ha avvertito il componente del Comitato esecutivo della Bce, Peter Praet. “I rischi sono presenti, e alla luce degli eventi del fine settimana potrebbero anche essere aumentati”, ha detto in una intervista a Bloolmberg.

“In realtà – secondo il banchiere centrale, ha le deleghe equivalenti a capo economista – non è tanto l’economia, quanto il contesto geopolitico a subire l’impatto”. Tuttavia, anche se è difficile calcolare quale sia la ricaduta in campo puramente economico, “non possiamo negare che vi sia”, tanto più tutto che l’area euro non è ancora riuscita a recuperare il valore perso rispetto ai livelli del 2008. E la ripresa resta fragile.

Per quanto riguarda la debolezza dell’inflazione e gli obiettivi della politica monetaria della Bce, di riportarla a valori più accettabili, “c’è un rischio – riconosce Praet – che possano slittare ancora”. Per questo a dicembre “il Consiglio direttivo valuterà l’opportunità di adottare ulteriori azioni nel contesto di accresciuta incertezza”. Da mesi la Bce ha alimentato aspettative su un possibile potenziamento degli stimoli all’economia, basati sul suo piano di quantitative easing. Il direttorio chiamato a decidere si svolgerà il 3 dicembre.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su