Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lego, boom ordini Natale e rischio ordini non evasi:più produzione

colonna Sinistra
Mercoledì 21 ottobre 2015 - 11:10

Lego, boom ordini Natale e rischio ordini non evasi:più produzione

Al via espansione fabbriche in Messico, Ungheria, Danimarca
20151021_110955_22612E6B

Roma, 21 ott. (askanews) – Natale con il tutto esaurito per Lego, il primo gruppo mondiale dei giocattoli per fatturato. All’indomani della notizia che l’azienda potrebbe non farcela a evadere tutti gli ordini per le festività di fine anno, la società danese, famosa nel mondo per i suoi mattoncini colorati, ha annunciato che espanderà e migliorerà la sua capacità produttiva: il rafforzamento, riporta il Financial Times riguarda la fabbrica Lego di Monterrey in Messico – dove verranno creati 3.000 nuovi posti di lavoro entro il 2022 – e l’impianto ungherese Nyíregyháza che potrebbe generare nuova occupazione per 1.600 persone entro il 2020.

Ma l’azienda investirà un miliardo di corone (circa 133 milioni di euro) anche nella sua storica fabbrica danese, collocata vicino al quartier generale di Billund per trovare “nuove alternative sostenibili” alle attuali materie prime utilizzate per la costruzione dei suoi giocattoli. E ulteriori 2 milioni di euro verranno investiti nella stessa fabbrica in nuove tecnologie di stampo.

L’annuncio di Lego giunge all’indomani di un articolo dell’agenzia Reuters che citava un portavoce della società Roar Trangbaek: “Non riusciremo – ha dichiarato – a evadere tutti gli ordini della clientela per la parte restante dell’anno”. Una dichiarazione alla quale, oggi è seguita quella del vicepresidente, John Goodwin, secondo il quale “questo è un annuncio significativo per noi, e manda un chiaro segnale che noi siamo impegnati ad assicurare che potremo consegnare le future domande di prodotti da parte dei bambini e dei clienti”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su