Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Grecia, negoziato torna a vacillare su veti incrociati, Atene -4%

colonna Sinistra
Mercoledì 24 giugno 2015 - 14:48

Grecia, negoziato torna a vacillare su veti incrociati, Atene -4%

Fmi boccia proposte di Atene che si rifiuta di alzare l'Iva
20150624_144802_8006E481

Roma, 24 giu. (askanews) – La partita sulla Grecia minaccia di tornare a complicarsi tra veti incrociati. Atene si è vista bocciare alcune delle misure proposte per convincere Ue e Fmi a sbloccare nuovi aiuti, e successivamente ha a sua volta respinto le loro contro offerte. Nodi del contendere, ora, sarebbero gli aumenti dell’Iva pretesi dai creditori internazionali, su cui la Grecia resiste, e il suo eccessivo ricorso ad aumenti generalizzati delle tasse, al posto di tagli alla spesa, per effettuare il risanamento dei conti.

Una nuova improvvisa virata dei negoziati che ha rimesso subito in allarme i mercati. Nel pomeriggio la Borsa di Atene cade del 4,40 per cento.

Il premier Alexis Tsipras ha affermato che queste bocciature non hanno precedenti negli altri programmi di aiuto e che “l’insistenza di alcune istituzioni”, con ogni probabilità il Fmi, dimostra che “o non vogliono un accordo, o non vogliono gli interessi della Grecia”. Il tutto mentre è tornato a Bruxelles per incontri con il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, il capo della Bce Mario Draghi e la direttrice del Fmi Christine Lagarde, mentre stasera si svolgerà un nuovo Eurogruppo in preparazione del Consiglio europeo di domani.

Intanto Berlino ha avvertito: resta ancora “molta strada da fare”, ha affermato il portavoce del ministero delle Finanze. E “può esserci una soluzione sono se è approvata dalle tre istituzioni” coinvolte: “vale anche per il Fmi”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su