venerdì 20 gennaio | 23:15
pubblicato il 12/gen/2017 17:32

Cybercrime, al vaglio inquirenti posizione di altro poliziotto

Attesa in prossime ore decisione su istanza scarcerazione

Roma, 12 gen. (askanews) - Fratello e sorella al centro di una vicenda ancora tutta da chiarire ed un agente di polizia che potrebbe aver fatto qualche favore. E' questo il quadro degli indagati nell'inchiesta sulla presunta rete di cybercrime su cui sta svolgendo accertamenti la Procura di Roma. Ma nelle ultime ore gli inquirenti stanno vagliando anche una quarta posizione, riferita ad un altro poliziotto.

I magistrati stanno esaminando i diversi elementi che potrebbero portare a ritenere che anche questo rappresentante delle forze dell'ordine facesse parte della rete di contatti di cui beneficiava Giulio Occhionero. Intanto e' attesa nelle prossime ore la decisione del gip Maria Paola Tomaselli sull'istanza di scarcerazione presentata dai difensori, gli avvocati Stefano Parretta e Roberto Bottacchiari. La Procura ha espresso parere negativo sia sulla revoca della misura cautelare che sulla concessione dei domiciliari.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cyber security
Framework Nazionale Cybersecurity, il bilancio del CIS-Sapienza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4