Header Top
Logo
Mercoledì 26 Febbraio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Casa Artisti Milano, il 17 febbraio installazione di Peter Welz

colonna Sinistra
Sabato 15 febbraio 2020 - 02:16

Casa Artisti Milano, il 17 febbraio installazione di Peter Welz

Portrait #4, dedicata ad AA Bronson del colletivo General Idea
Casa Artisti Milano, il 17 febbraio installazione di Peter Welz

Milano, 15 feb. (askanews) – Lunedì 17 febbraio alle ore 18, Casa degli Artisti inaugura Portrait #4, video installazione dell’artista tedesco Peter Welz dedicata ad AA Bronson, cofondatore del collettivo General Idea. Con Portrait #4, in mostra dal 18 febbraio al 1 marzo, Casa degli Artisti avvia l’iniziativa One Work che presenta al pubblico la ricerca di un artista in residenza attraverso l’esposizione di una singola opera rappresentativa.

Dalla fine degli anni ’90, Peter Welz sviluppa un’inedita prospettiva cinetica utilizzando il video come espressione scultorea dei corpi in movimento. Il suo lavoro si caratterizza per installazioni coreografiche multimediali che includono scultura, pittura, video e danza. Dal 2005 lavora alla serie Portrait, uno studio su quattro soggetti: Francis Bacon, Casa Malaparte, Michelangelo Antonioni, AA Bronson.

Avviato nel 2019, Portrait #4 è dedicato all’artista e curatore canadese AA Bronson, attivo protagonista della scena artistica contemporanea, sin da giovane esploratore di modi alternativi del vivere insieme e dell’educazione. Il suo lavoro, così come il ritratto che Peter Welz gli dedica, racconta l’esperienza della vecchiaia ma anche la natura spensierata della giovinezza. L’allestimento realizzato per Casa degli Artisti si compone di due sequenze di riprese video che ritraggono AA Bronson da prospettive diverse riprodotte su schermi da proiezione autoportanti, posizionati uno di fronte all’altro. Ritagli circolari che richiamano il movimento rotatorio delle telecamere e il montaggio delle tracce video, strutturano attraverso gli schermi un’immagine scultorea e tridimensionale. Nella messa in scena di una singola figura senza narrazione né contesto scenico, AA Bronson rimane imperturbabile davanti alla macchina da presa che gli ruota attorno come il ciclo perpetuo del tempo.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su