Header Top
Logo
Domenica 8 Dicembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Gli uomini ci mettono la faccia: #NoiFermiamoL’Indifferenza

colonna Sinistra
Martedì 3 dicembre 2019 - 17:10

Gli uomini ci mettono la faccia: #NoiFermiamoL’Indifferenza

Campagna per dire no alla violenza sulle donne
Gli uomini ci mettono la faccia: #NoiFermiamoL’Indifferenza

Milano, 3 dic. (askanews) – La violenza di genere in Italia colpisce ogni giorno 88 donne, una ogni 15 minuti, per questo il Comune di Cinisello Balsamo, il Comune di Cologno Monzese e Janssen Italia invitano gli uomini a metterci la faccia con la campagna #NoiFermiamoL’Indifferenza racconta Giacomo Ghilardi, Sindaco di Cinisello che ha ospitato l’evento.

“Da questa esigenza nasce questo impegno che l’amministrazione comunale si prende, non soltanto il 25 novembre durante la giornata sulla violenza contro le donne, ma quotidianamente, 365 giorni l’anno”

Un progetto innovativo in cui sono protagonisti gli uomini, rappresentanti di diverse categorie professionali, riuniti in un Comitato di Virtuosi per prevenire gli atti di violenza e diffondere la cultura del rispetto della donna. Massimo Scaccabarozzi Presidente e Amministratore delegato di Janssen.

“Anni fa è nata l’idea di avere e sostenere uno sportello di prima accolglienza per le donne oggetto di qualsiasi tipo di violenza e negli anni questa iniziativa è cresciuta, fino a presentare del dati annualmente e ci hanno fatto venire un’idea che nasce da una battuta: “Non bisogna insegnare alle donne a difendersi ma bisogna insegnare agli uomini a non essere violenti”.

Si tratta di mettere in atto azioni concrete di sensibilizzazione e supporto, quali esempi virtuosi dell’impegno per sconfiggere la piaga della violenza sulle donne, come spiega Angelo Rocchi, primo cittadino di Cologno. “Più si ramificano e più persone aderiscono a questo progetto e più si rinforza il messaggio, siamo impegnati a 360 grandi, siamo stati i promotori ma adesso si deve divulgare in tutte le realtà territoriali.”

Professori, commercianti, tassisti e forze dell’ordine, sono tante le categorie di uomini che hanno deciso di metterci la faccia. “Perchè sono gli uomini che esercitano la violenza sulle donne e quindi se noi uomini riusciamo a parlare a questa comunità di uomini e a metterci la faccia noi e dire basta, credo sia un segnale ancora più positivo verso gli altri uomini” aggiunge Massimo Scaccabarozzi.

Un esempio concreto di mobilitazione delle parti sociali per sensibilizzare la popolazione sul fenomeno preoccupante come confermano i numeri dei Centri Antiviolenza lombardi: nel 2018 il 31,4% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito violenza.

La violenza sulle donne interessa trasversalmente tutte le classi sociali, ma disoccupazione, dipendenza economica, povertà e bassa scolarizzazione possono contribuire, se non peggiorare, un fenomeno che purtroppo è diffuso anche nella comunità di Cologno Monzese. È qui che nel 2011 è nato il progetto precursore di #NoiFermiamoL’Indifferenza, “Artemisia”, ideato e promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cologno Monzese, con il contributo non condizionato di Janssen Italia. La sinergia dei due progetti che ha permesso di aiutare in questi 7 anni quasi 100 donne, si compone di uno sportello di ascolto, ideato per offrire un aiuto concreto alle donne vittime di abusi, iniziative di sensibilizzazione per la cittadinanza volte a promuovere una cultura sul tema della violenza di genere e percorsi di educazione e prevenzione rivolti alle giovani generazioni, gli uomini e le donne di domani.

La campagna #NoiFermiamoL’Indifferenza quest’anno vedrà l’affissione nei comuni di Cologno e Cinisello di poster, leaflet e locandine con i volti degli uomini del “Comitato” e i numeri da contattare per ricevere assistenza. Inoltre, ogni ente coinvolto ha attivato iniziative specifiche sul territorio per sensibilizzare la popolazione o fornire supporto alle vittime di violenza.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su