Header Top
Logo
Mercoledì 23 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Lo Yoga della risata come strumento di benessere e salute

colonna Sinistra
Venerdì 11 ottobre 2019 - 14:16

Lo Yoga della risata come strumento di benessere e salute

Congresso e Festival italiani fino al 13 ottobre a Peschiera
Lo Yoga della risata come strumento di benessere e salute

Roma, 11 ott. (askanews) – Nel 2020 saranno 25 anni di Yoga della Risata, che saranno celebrati con la Conferenza Mondiale di novembre e in Italia con il tour in 5 città dei suoi fondatori, il medico indiano Dottor Madan Kataria e sua moglie Madhuri. La rivoluzionaria pratica in cui si ride per scelta, intanto, attraversa un momento di crescita sempre più a favore del Benessere e della Salute secondo basi scientifiche, seguendo quella che è la sua missione. Molti progetti e le novità in arrivo dal Belpaese, tra cui Laughter Up, che vuole proporsi come la prima banca mondiale della risata in un’unica applicazione, un modo per imparare a ridere e praticare ascoltando la risata di una persona a scelta e per poter registrare la propria (www.laughterup.com).

Questo quanto sta emergendo in occasione del Congresso e Festival italiani 2019 di Yoga della Risata, in corso fino a domenica 13 ottobre al Parc Hotel di Peschiera del Garda (VR), un evento imperdibile con oltre 40 speech e workshop pratici che vede come ospiti speciali proprio i fondatori della rivoluzionaria disciplina. Altamente ispiranti gli interventi del Guru della Risata su come portare la risata nella vita quotidiana, sullo Yoga della Risata in relazione all’intelligenza emotiva e sui 25 anni del movimento, per cui ha tracciato un bilancio e ne ha delineato le prospettive future.

L’evento è stato organizzato dalla Master Trainer Lara Lucaccioni, in collaborazione con l’Associazione YoRido, il sostegno della Laughter Yoga University, la main sponsorship di Gate-away.com – il Portale Immobiliare per l’Estero che ha scelto lo Yoga della Risata come strumento di team building attraverso due giornate condotte dalla stessa Lucaccioni- , la media partnership di iO Donna – il femminile del Corriere della Sera – e la presenza importante della Lega del Filo d’Oro – ONLUS, Associazione a sostegno delle persone sordocieche e con altri gravi disabilità.

Lo Yoga della Risata è una disciplina, che oggi coinvolge più di 3 milioni di persone in oltre 106 Paesi, in cui si porta il proprio corpo a ridere, impattando di conseguenza sulla mente e rappresentando la via più semplice ed economica ai fini del Benessere e della Salute, come stanno testimoniando i relatori durante il Congresso. E lo fa nelle sue più svariate applicazioni, dalla cellula base del Club della Risata fino a tutti i contesti in cui c’è un gruppo: dagli ambienti socio-sanitari, a sostegno della disabilità, degli utenti psichiatrici, delle persone con diabete, dipendenze o dolori cronici e degli stessi operatori sanitari sempre più a rischio burnout; al mondo della scuola, ad esempio con il progetto Jonkey the Monkey – La Maieutica della Gioia che sarà tradotto nella lingua dei segni anche per i bambini sordi; fino al contesto aziendale. Durante i workshop pratici sta emergendo come sempre maggiori siano gli strumenti usati dai Trainer per aiutare le persone a riscoprire la giocosità tipica dell’infanzia e per arricchire la sessione anche nella fase di rilassamento, ad esempio attraverso la pratica della coerenza cardiaca messa a punto dall’Istituto statunitense Heartmath.

Lo Yoga della Risata è nato nel 1995 dall’intuizione unica che si può ridere senza l’ausilio di comicità, combinando esercizi di risate diaframmatiche a tecniche di respirazione profonda proprie dello yoga. È stato infatti scientificamente provato che il nostro cervello non distingue una risata vera da una autoindotta, per cui dopo 10-15 minuti si producono gli stessi innumerevoli benefici, inoltre, per l’effetto contagio dei neuroni specchio dovuti al contatto visivo e della giocosità sperimentata durante la sessione, la risata finisce per divenire liberatoria, spontanea e contagiosa. E’ una pratica che oggi comprende migliaia di Club della Risata gratuiti, che ne sono il cuore, di cui oltre 400 solo in Italia (elenco geolocalizzato). Sono invece oltre 30 le ricerche scientifiche che in tutto il mondo ne provano i benefici.

“Sono ormai passati 25 anni da quel mattino del 13 marzo 1995 in cui convinsi mia moglie ed altre 3 persone a ridere con me in un parco pubblico di Mumbai – ha dichiarato Madan Kataria – Sono pieno di gioia nel vedere come si stia compiendo la missione della Yoga della Risata, che è quella di diffondere Salute, Felicità e Pace, con incredibili benefici psico-fisici per milioni di persone in tutto il mondo. Il 2020 segnerà un anniversario importante, celebrato con la Conferenza Mondiale e in Italia con il mio tour, che sarà aperto a tutti. Vi invito a partecipare per scoprire come la risata incondizionata possa rivoluzionare la vostra vita e tutto ciò che si sta realizzando in questo straordinario Paese grazie alla Master Lara Lucaccioni e ai Trainer che stanno facendo la differenza”.

“Sono orgogliosa per tutto il Benessere, la Salute e la Felicità che lo Yoga della Risata sta generando in Italia, come sta emergendo da questo Congresso – ha dichiarato Lara Lucaccioni – Ringrazio tutti i relatori e tutti i partecipanti per aver scelto di esserci, mettersi in gioco e condividere all’insegna della gioia queste giornate di conoscenza, formazione e unione. Questo è il momento giusto per fare il salto di qualità, attraverso il riconoscimento dello Yoga della Risata come terapia sostitutiva presso le istituzioni sanitarie in Italia”.

Ridere per più 10 minuti di fila come si fa in questa pratica produce una straordinaria biochimica del benessere, dall’effetto antidepressivo e ansiolitico. Aumenta inoltre la respirazione e l’ossigeno che arriva ai tessuti e quindi l’energia, rinforza le difese immunitarie, diminuisce la pressione, allevia il dolore, potenziano la resilienza, l’intelligenza emotiva ed è il più efficace connettore sociale. I benefici ottenuti sono talmente numerosi che questa disciplina può essere usata come terapia, come dimostrano le numerose pratiche di successo e ricerche al riguardo.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su