Header Top
Logo
Martedì 15 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • A Roma terza edizione Premio Internazionale Giornalistico e Letterari

colonna Sinistra
Lunedì 9 settembre 2019 - 17:41

A Roma terza edizione Premio Internazionale Giornalistico e Letterari

La cerimonia il 14 settembre alla Regione Lazio
A Roma terza edizione Premio Internazionale Giornalistico e Letterari

Roma, 9 set. (askanews) – Si terrà a Roma presso la Sala Tirreno della Regione Lazio, sabato 14 settembre 2019 alle ore 16,00 la cerimonia delle Premiazioni della III Edizione del Books for Peace 2019 organizzato dalla FUNVIC-Europa fondazione universitaria brasiliana impegnatissima a livello mondiale in campo sociale e culturale, componente del board mondiale di tutti i club Unesco nel mondo, dall’ANASPOL-Polizie Locali, dall’Unione Nazionale Veterani Sport-Coni Sez. Liguori in collaborazione con altre associazioni nazionali ed internazionali.

“Il Premio BOOKS for PEACE è un ringraziamento ed un riconoscimento a tutti coloro che promuovono la Cultura, la Pace, la Solidarietà, il Dialogo Interreligioso, i Diritti Umani, la tutela dell’Ambiente, contro i pregiudizi culturali quali la Violenza di Genere, il Razzismo, il Bullismo. Nell’occasione saranno premiate personalità del mondo sociale che si sono distinte in questi campi ed i vincitori del Concorso letterario”, afferma Alessandro Marchetti, Presidente ANASPOL e coordinatore del Premio.

“Il Premio JAVIER VALDEZ, parte integrante del Books for Peace, è dedicato al grande giornalista investigativo messicano, ucciso dal cartello della droga, che ho avuto l’onore di conoscere personalmente in Messico”, aggiunge Antonio Imeneo, Direttore del Dipartimento Europa della FUNVIC e coordinatore del Premio “è un premio al giornalismo d’inchiesta per una stampa libera, un premio consegnato a chi non ha timore di correre dei rischi pur di raccontare la verità giornalistica”.

Nell’occasione saranno premiati: – per la Cultura Isabelle Adriani (Attrice), Marta Bifunto (Attrice); Elisa D’Ospina (Scrittrice, opinionista TV) – Premio Sport for Peace e Premio Veterano dello sport, Simone Perrotta campione del mondo di calcio – come Ambasciatore di Pace FUNVIC, Daniele Nardi, l’alpinista che in ogni spedizione ha sempre portato con sé l'Alta Bandiera dei Diritti Umani firmata da oltre 20.000 studenti incontrati nelle scuole del Lazio deceduto nel Marzo 2019 sulle cime del Nanga Parbat – come Messaggero di Pace FUNVIC il poliziotto locale di Acerra Michele Liguori, che ebbe il coraggio, anche contro la Camorra, di denunciare il fenomeno. Ucciso purtroppo dallo stesso male che ha colpito centinaia di persone attraverso i fumi ed i vapori cancerogeni che lui ha inevitabilmente inalato calpestando quelle terre ammalate durante le sue indagini.

Per il dialogo interrazziale Sua Eminenza SIMEON CATSINAS Archimandrita della Chiesa Ortodossa, Patriarcato di Costantinopoli, Malta e Italia – Premi “Javier Valdez” alla carriera giornalistica sono stati assegnati a Fabio Zavattaro (per decenni vaticanista della RAI) e Mario Sconcerti (già direttore del Secolo XIX e del Corriere dello Sport ed opinionista Rai, Mediaset e Sky) – Premi J.Valdez al giornalismo d’inchiesta a Alfredo Vaccarella (Caporedattore del Tg5), Beatrice Nencha (Estreme conseguenze.it); Silvio Aparo (Voxpublica.it); Simona Zecchi (per i libri d’inchiesta su Pasolini e il caso Moro) – Molti i nomi eccellenti tra giornalisti, docenti universitari: o Prof. Aldo Ferrara (Università di Siena – per il libro Geopolitcs); Paola Zanoni, Bruno Pinti (Unicampus Napoli), Francesco Langella (Unisalesiani); Prof. ssa Vincenza Palmieri (Pres. ANPEF); Umberto Forte (Ass. Borghi più belli d’Italia); Dario Ricci (giornalista di Radio 24); Viviana Normando (rete Comunicare Italia); Susanna Marcelli (giornalista RadioRadio); Cecilia Leo (Giornalista TV2000); Stefano Tirelli (opinionista Sky – progetto Sport for Nature); Prof. Angelo Romeo (sociologo); Dott.ssa Adriana Battaglia (Consigliera per il Bullismo, Presidente “Frena il Bullo”; Presidente “Esiaf”); Katiuscia Magliarisi (artista); Padre Giuseppe Magrino (musicista Direttore della Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco in Assisi; Riccardo Cecchi (tenore); Dario D’Ambrosi (Teatro Patologico); Elena Molini (Piccola Farmacia Letteraria-Firenze); Meletios Meletiou (artista); Ercole Pancrazio Bruccolieri (Artista); Matteo Grimaldi (scrittore); Massimiliano Mandarini (Architetto); Carmelo Mandalari (Ass. Osservatorio Bullismo e Doping); Elena Moustaka (co-fondatore di Together for Better Days Greece); Hector Villanueva (Expo dei popoli), Fiorella Cerchiara (Ass. Diritti Umani e la Tolleranza onlus Milano); Cesare Moreno (Ass. Maestri di strada); Antonio La Cava (Bibliomotocarro); Diana Stefani (Presidente A.P.A.S); Andrea Spinelli (scrittore libro “Se Cammino vivo”); Alessandra Colella (Humacoo Foundation ong); Prof.ssa Maria Pia Cirolla (Pres. Ass. Noi diciamo no! onlus,Referente per il bullismo e cyberbullismo); Eltjion Bida (scrittore libro C’era una volta un clandestino”); Bajra Haliti (direttore rivista Ahimsa); Pier Francesco Grasselli (Scrittore); Prof.ssa Amalia Imparato (progetto “Children at Work”), Giuseppe Bartolomei (Regista Tv2000 e pittore); Mauro e Valentino Battilocchi (Autori di fiabe); Emiliano Salvini (Campione della Boxe, si dedica ai giovani di Tor Bella Monaca-Premio Veterano Sport UNVS Sez. Liguori) – Il Books for Peace 2019 è stato anche assegnato ad importanti personaggi internazionali, tra i quali si citano ad esempio: o H.E. Sania A. Ansari, responsabile degli uffici privati dei Reali degli Emirati Arabi e Presidente del gruppo ANSARI LTD, molto impegnata a livello umanitario. o Raphael Louis, Candidato come Primo ministro del Canada e molto attivo nel campo dei diritti dell’uomo; o Stavros Myrogiannis , Direttore del Campo UNHCR di Kara Tepe in Grecia; o Sharmarke Yusuf, Responsabile del programma nazionale Somalo presso UN-Habitat (Programma delle colonie umane delle Nazioni Unite) o DEMOSTENE OLARIU., Presidente del Centro Internazionale per gli Studi diplomatici ICDS della Norvegia o Archcardinal Prof. Eric Ofori-Atta si occupa dei rifugiati del Ghana o Ammena Ali, si occupa per le UN dei problemi dei diritti umani dei bambini e dele donne in Gambia.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su