Header Top
Logo
Sabato 25 Maggio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Mamme e internet: quasi 60% delle madri ricorre a web per aiuto

colonna Sinistra
Mercoledì 8 maggio 2019 - 18:41

Mamme e internet: quasi 60% delle madri ricorre a web per aiuto

Lo rivela un'indagine di Groupon sul tema
Mamme e internet: quasi 60% delle madri ricorre a web per aiuto

Roma, 8 mag. (askanews) – “Geneticamente” create per essere multitasking, incredibile ma vero anche le mamme a volte hanno bisogno di supporto. La mamma è da sempre considerata l’unica sempre pronta ad aiutare tutti e vista da tutti, adulti e bambini, come fonte inesauribile di soluzioni.

Ma chi aiuta invece la mamma? A chi si rivolgono le mamme per trovare soluzioni e aiuto? Le mamme moderne trovano spesso un valido strumento di conforto e confronto in internet e nei gruppi social su cui parlare con altre mamme: lo rivela un’indagine di Groupon dedicata al tema, che svela l’universo di aiuti reali e 2.0 a cui si rivolgono le mamme.

Dai risultati emerge che quasi sei mamme italiane su dieci utilizzano volentieri i social media e internet come strumento per cercare aiuto. E che tipo di aiuto cercano? Il 42 per cento delle utenti che hanno partecipato al sondaggio dichiara di utilizzare internet per trovare spunti e idee per fare nuove esperienze: dal parco acquatico alla gita in barca, dall’escursione in montagna alla visita al castello. Al secondo posto, con il 29 per cento delle preferenze, troviamo chi afferma di trovare in internet un rifugio personale e un momento di svago per curiosare in Instagram le stories degli altri o liberarsi dai propri problemi… per leggere quelli altrui! Segue al terzo posto, con il 28 per cento dei voti, la ricerca di ricette che piacciono ai bambini.

Appena fuori dal podio, con il 24 per cento, coloro che cercano in rete un confronto su come agire di fronte ad un problema. Seguono a distanza la consulenza su prodotti/giochi educativi (12 per cento) e la ricerca di conforto dalle altre mamme per aiutarsi a vicenda ad affrontare le stesse difficoltà (10 per cento). Ultime posizioni occupate dai consigli medici (7 per cento) e dal confronto sulle tecniche di sopravvivenza (2 per cento).

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su