Header Top
Logo
Giovedì 23 Maggio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Martedì 23 aprile 2019 - 09:43

Bologna, biometano per bus e taxi

Bologna, biometano per bus e taxi

Roma, 23 apr. (askanews) – (fonte https://www.lautomobile.aci.it) Bologna sempre più sostenibile: sono entrati in funzione quattro autobus e una ventina di taxi alimentati a biometano, carburante rinnovabile al 100% ricavato dai rifiuti organici. L’iniziativa è frutto di una partnership tra Tper, l’azienda regionale del trasporto pubblico, la cooperativa Cotabo radiotaxi ed Hera, fornitore di energia e di servizi idrici e per l’ambiente.

Carburante dalla spazzatura

“Crediamo fortemente nel valore di questo progetto di economia circolare e sostenibile”, sottolinea Paolo Paolillo, direttore di Tper, “quest’iniziativa di sostenibilità ambientale rientra nella nostra strategia già avviata per il rinnovo della flotta che sarà sostituita con mezzi esclusivamente ecologici, dagli elettrici agli ibridi, a gas naturale, presto a metano liquido e da ora anche a biometano a filiera corta”.

I nuovi bus utilizzeranno il biometano prodotto da Hera nel nuovo impianto di Sant’Agata Bolognese grazie al trattamento, oltre che dei rifiuti organici, anche degli scarti di sfalci e potature. Lo stabilimento è in grado, a regime, di generare e immettere in rete 7,5 milioni di metri cubi di biometano l’anno, evitando così un utilizzo di combustibile fossile pari a più di 6mila tonnellate equivalenti di petrolio, che a sua volta si traduce in 14mila tonnellate di CO2 in meno emesse nell’aria.

Biometano per tutti

Inoltre, sono stati installate anche 4 stazioni di servizio in partnership con il Gruppo Hera, per i cittadini in possesso di auto a gas naturale che vorranno utilizzare il biometano: una a Bologna (in via Stalingrado), due in provincia (a Imola e Castenaso) e una nel modenese (in località Spilamberto).

“Questo progetto serve anche per motivare i cittadini ad adottare comportamenti sempre più virtuosi”, dice Valentina Orioli, assessore Ambiente di Bologna, “nel senso che tutti quelli che differenziano correttamente l’umido e gli sfalci da potatura contribuiscono a creare il metano utile a questi mezzi: un esempio concreto di economia circolare a dimostrazione che ognuno di noi può contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, con azioni semplici come fare bene la raccolta differenziata”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su