Header Top
Logo
Domenica 17 Dicembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • A Prima Scala negli abiti domina il rosso, colore della passione

colonna Sinistra
Giovedì 7 dicembre 2017 - 19:17

A Prima Scala negli abiti domina il rosso, colore della passione

Lo scelgono la Biagiotti, Margherita Buy, la signora Pereira
20171207_191748_0EB9B046

Milano, 7 dic. (askanews) – È il rosso, il colore della passione, come quella che lega i due protagonisti dell’opera che apre questa stazione scaligera, a dominare negli abiti delle signore al Teatro alla Scala di Milano dove per la Prima va in scena l’Andrea Chenier di Umberto Giordano. Il rosso è il colore preferito e più gettonato nelle sue varie nuances, dal rubino al porpora. Lo hanno scelto la stilista Lavinia Biagiotti, l’attrice Margherita Buy, Giovanna Salza, moglie di Corrado Passera, e la signora Pereira, elegantissima in lungo decorato di paillettes e pizzi arrivati dal Brasile ma frutto di due mesi di lavoro di ricamo fatto a Milano, oltre che Natasha Stefanenko, con un lungo con scollo a barca firmato dallo stilista Antonio Riva, che la accompagna. “L’ho scelto perché è di Natale, perché è la prima, perché è magia, perché è passione, mi piace. E il creatore Antonio Riva è un bellissimo regalo” ha detto la showgirl.

Chiara Bazoli, compagna di Beppe Sala, ha invece preferito il rosa cipria con delle trasparenze. “Nell’opera – ha detto arrivando – ci sono tanti temi diciamo che uno è la rivoluzione, è il principale che c’è in tutta l’opera ed è attualissimo in effetti”.

“È la mia Prima, il rosso l’ho scelto perché è una festa – ha detto Margherita Buy – di solito mi vesto sempre di nero così mi sembrava di festeggiare un po’ di più un’opera che dice tanto di sangue e di passione, di tante cose insieme, di amore mi sembrava giusto. La lirica mi piace, ci vado, l’autore piaceva tanto a mia nonna e mia mamma, queste romanze cantate da altre generazioni sono molto contenta di vederle con lei che è bravissima, il cavallo di battaglia della Callas, tra l’altro”.

Mise nera, invece, molto elegante per l’attrice Matilde Gioli. “Mi lascerò stupire dall’opera, conosco la storia perché me l’ha raccontata la mia nonna ma non l’ho mai vista dal vivo” ha detto prima di entrare in sala.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su