sabato 25 febbraio | 01:46
pubblicato il 30/set/2011 20:09

Zecche e pidocchi in una scuola di Castellamare: bimbi a casa

La protesta dei genitori del II circolo didattico

Zecche e pidocchi in una scuola di Castellamare: bimbi a casa

Scuola chiusa per disinfestazione. E' questo il cartello affisso al II Circolo didattico di Castellammare di Stabia. La misura è stata presa dopo la denuncia dei genitori degli oltre 300 alunni della primaria, preoccupati per la salute dei propri figli. La scuola è infatti infestata da zecche e pidocchi e le punture in classe sono la regola. Per questo i genitori hanno deciso di tenere i figli a casa e denunciare una situazione al limite della decenza. La scuola si trova in una struttura fatiscente che ancora attende di essere rustrutturata. Le famiglie degli alunni protestano: Vivere nel centro antico non significa vivere nel terzo mondo e studiare è un diritto sacrosanto di tutti. La scuola già 30 giorni fa è stata sottoposta ad un'opera di bonifica e ora la Asl fa il bis, nella speranza che nelle classi non ci siano più ospiti indesiderati.

Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech