giovedì 08 dicembre | 19:21
pubblicato il 17/giu/2014 12:00

Yara, procuratore: "Puntavamo a mantenere il massimo riserbo"

Il procuratore capo di Bergamo: dovevamo garantire l'indagato

Yara, procuratore: "Puntavamo a mantenere il massimo riserbo"

Bergamo, 17 giu. (askanews) - "Era intenzione della Procura mantenere massimo riserbo" sul caso di Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino di Yara Gambirasio fermato ieri dai carabinieri di Bergamo. Lo sottolinea il procuratore capo della cittadina orobica, Francesco Dettori, puntualizzando che gli inquirenti puntavano a mantenere la vicenda sotto silenzio "a tutela dell'indagato in relazione al quale, come prevede la Costituzione, esiste la presunzione di innocenza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni