lunedì 20 febbraio | 13:17
pubblicato il 17/giu/2014 12:00

Yara, procuratore: "Puntavamo a mantenere il massimo riserbo"

Il procuratore capo di Bergamo: dovevamo garantire l'indagato

Yara, procuratore: "Puntavamo a mantenere il massimo riserbo"

Bergamo, 17 giu. (askanews) - "Era intenzione della Procura mantenere massimo riserbo" sul caso di Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino di Yara Gambirasio fermato ieri dai carabinieri di Bergamo. Lo sottolinea il procuratore capo della cittadina orobica, Francesco Dettori, puntualizzando che gli inquirenti puntavano a mantenere la vicenda sotto silenzio "a tutela dell'indagato in relazione al quale, come prevede la Costituzione, esiste la presunzione di innocenza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia