mercoledì 18 gennaio | 00:58
pubblicato il 23/ago/2014 12:00

Yara, nei pc di Bossetti tracce di ricerche su siti pedoporno

L'ultimo accesso accertato un mese prima del fermo

Yara, nei pc di Bossetti tracce di ricerche su siti pedoporno

Roma, 23 ago. (askanews) - Immagini dal contenuto pedopornografico sarebbero state trovate nei supporti informatici sequestrati a giugno per ordine della Procura di Bergamo nella casa di Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello in carcere con l'accusa di essere l'assassino di Yara Gambirasio. Come scrive oggi La Repubblica, dall'esame dei computer sarebbe emerso che l'uomo accusato dell'omicidio di Yara più volte avrebbe cercato su Internet scene di sesso con protagoniste giovanissime. Gli accessi accertati sarebbero per ora cinque e non tutti databili, con un interesse sessuale per le tredicenni. Gli investigatori che stanno scandagliando i pc sequestrati avrebbero accertato che l'ultimo accesso pedoporno in casa Bossetti risale allo scorso maggio, un mese prima del fermo dell'uomo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa