lunedì 20 febbraio | 17:09
pubblicato il 23/ago/2014 12:00

Yara, nei pc di Bossetti tracce di ricerche su siti pedoporno

L'ultimo accesso accertato un mese prima del fermo

Yara, nei pc di Bossetti tracce di ricerche su siti pedoporno

Roma, 23 ago. (askanews) - Immagini dal contenuto pedopornografico sarebbero state trovate nei supporti informatici sequestrati a giugno per ordine della Procura di Bergamo nella casa di Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello in carcere con l'accusa di essere l'assassino di Yara Gambirasio. Come scrive oggi La Repubblica, dall'esame dei computer sarebbe emerso che l'uomo accusato dell'omicidio di Yara più volte avrebbe cercato su Internet scene di sesso con protagoniste giovanissime. Gli accessi accertati sarebbero per ora cinque e non tutti databili, con un interesse sessuale per le tredicenni. Gli investigatori che stanno scandagliando i pc sequestrati avrebbero accertato che l'ultimo accesso pedoporno in casa Bossetti risale allo scorso maggio, un mese prima del fermo dell'uomo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia