venerdì 09 dicembre | 07:18
pubblicato il 31/mar/2011 19:41

Yara/ Imprenditore torchiato per il tragitto del suo cellulare

Per cinque ore dai carabinieri. Avrebbe fornito alibi di ferro.

Yara/ Imprenditore torchiato per il tragitto del suo cellulare

Brembate Sopra, 31 mar. (askanews) - Trova conferme in queste ore l'indiscrezione che il settimanale Panorama pubblicherà domani, venerdì 1 aprile. Un imprenditore di circa quarant'anni di Brembate Sopra, con un'azienda tra la palestra e il cantiere di Mapello, è stato interrogato per almeno cinque ore dai carabinieri che indagano sull'omicidio di Yara Gambirasio. L'uomo è stato chiamato dagli investigatori perchè il suo cellulare, tra le 18,50 e le 19,20 circa di venerdì 26 novembre, ha coperto il tragitto da Brembate Sopra a Chignolo d'Isola, dove Yara è stata trovata morta il 26 febbraio in un campo di via Bedeschi. L'imprenditore è quindi uno dei tanti e potenziali sospettati: basti dire che sono ben quattromila le utenze telefoniche che quella sera hanno effettuato lo stesso percorso. Il quarantenne di Brembate di Sopra avrebbe comunque fornito ai carabinieri alibi di ferro rispetto ai suoi spostamenti, spiegando tutto senza bisogno di un avvocato.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni