giovedì 08 dicembre | 01:21
pubblicato il 30/giu/2014 12:00

Yara, gli avvocati di Bossetti: "Non chiediamo la scarcerazione"

"Non vogliamo svelare troppo presto le nostre carte"

Yara, gli avvocati di Bossetti: "Non chiediamo la scarcerazione"

Bergamo , 30 giu. (askanews) - "Siamo stati indecisi fino all'ultimo, ma alla fine abbiamo deciso di non presentare istanza di scarcerazione per il nostro assistito". Sono le parole di Silvia Gazzetti e Claudio Salvagni, gli avvocati che difendono Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere 44enne di Mapello (Bergamo) in carcere da due settimane con la pesante accusa di essere l'assassino della 13enne Yara Gambirasio. I due legali, nella mattina di oggi, hanno incontrato il pm Letizia Ruggeri in Procura a Bergamo e al termine dell'incontro hanno annunciato di non aver presentato ricorso al Tribunale di riesame. Secondo gli avvocati la scelta è stata dettata da "una strategia difensiva, per non svelare le proprie carte e studiare meglio le mosse da fare in vista del processo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni