lunedì 27 febbraio | 11:35
pubblicato il 26/set/2013 10:36

Welfare: Anap, bene misura anti-poverta' Sia. Ma no con fondi pensionati

Welfare: Anap, bene misura anti-poverta' Sia. Ma no con fondi pensionati

(ASCA) - Roma, 26 set - ''Perplessita', anzi preoccupazione, destano in me e nei pensionati della categoria artigiana le parole del ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, sul reperimento delle risorse necessarie per attuare il progetto relativo alla costituzione di un istituto nazionale di contrasto alla poverta', progetto peraltro meritorio. Non si puo' attingere ai fondi gia' esistenti per il sociale ne' penalizzare ancora una volta i pensionati''. Lo afferma in una nota il presidente dell'Associazione nazionale assistenza ai pensionati (Anap), Giampaolo Palazzi, a commento della relazione finale sulle proposte per una nuova misura nazionale di contrasto alla poverta' - il Sostegno per l'inclusione attiva (Sia) - elaborata dal gruppo di studio appositamente istituito presso il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

''Occorre - sostiene Palazzi - intervenire con altri strumenti altrimenti ci troveremmo di fronte al discorso della ''coperta corta' che se si tira da una parte lascia scoperta l'altra. E' senza dubbio urgente l'adozione di uno strumento di contrasto alla poverta', anche a fronte dell'insostenibile aumento, a causa della lunga e perdurante crisi, delle persone e delle famiglie in condizione di poverta' assoluta e di poverta' relativa, ma e' impensabile far leva, ancora una volta sulle fasce deboli del tessuto sociale, quali i pensionati''..

Secondo il rappresentante dei pensionati ''e' necessario un adeguamento calibrato dei fondi destinati al sociale, e' necessario un lavoro capillare, apportare una serie di scelte mirate, non perdendo mai di vista la tutela delle fasce deboli. Il Sostegno per l'inclusione attiva (Sia) promosso da Giovannini, non puo' sottovalutare le esigenze dei pensionati, non puo' ulteriormente penalizzarli: gia' la crisi economica del paese ha influito enormemente sulle loro realta'. Mi aspetto - conclude Palazzi - un gesto di responsabilita' sociale da parte del Ministro e degli organi competenti e la volonta', da parte di tutti, ad aprire un tavolo di confronto costruttivo''.

com-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech