sabato 25 febbraio | 03:36
pubblicato il 18/set/2013 10:53

Welfare: allo studio il Sia, misuratore nazionale contro poverta'

(ASCA) - Roma, 18 set - Il gruppo di studio istituito a giugno presso il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali presenta oggi al Senato la relazione ''Proposte per nuove misure di contrasto alla poverta'''. Il documento propone in particolare l' introduzione dell' istituto denominato ''Sostegno per l'inclusione attiva'' (Sia) una ''misura nazionale di contrasto alla poverta' e all' esclusione sociale'' che ''ancora manca nel sistema di protezione sociale italiano'', come spiega una nota.

''Non si tratta - si precisa - di un reddito di cittadinanza, ma fi un sostegno rivolto ai poveri, identificati come tali da una prova dei mezzi. Una misura che ci chiede l'Europa''.

A regime il programma potrebbe costare 7-8 miliardi di euro per raggiungere non meno di circa il 6% delle famiglie del paese.

I lavori verranno introdotti dal vice ministro del Lavoro, Maria Cecilia Guerra, e chiusi dal ministro, Enrico Giovannini.

stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech