domenica 28 agosto | 14:06
pubblicato il 03/mar/2016 18:49

#wakeupRoma, 12 marzo in piazza per ridare decoro alla capitale

Oltre 50 partner per l'iniziativa di Luiss Enlabs e Retake Roma

#wakeupRoma, 12 marzo in piazza per ridare decoro alla capitale

Roma, (askanews) - No al degrado, sì al decoro per far sì che Roma torni ad essere una città attrattiva grazie all'impegno di chi ci vive ma anche di chi semplicemente la ama. Questo lo spirito di #wakeupRoma, l'iniziativa nata dalla partnership tra Luiss Enlabs, uno dei principali acceleratori di startup in Europa, e il movimento spontaneo di cittadini Retake Roma che il 12 marzo chiamerà a raccolta migliaia di cittadini in 4 piazze (Piazza di Porta Maggiore, Piazza Vittorio Emanuele II, Villa Paganini e Piazza Anco Marzio a Ostia) per compiere un gesto d'amore verso la propria città. Staccare adesivi, cancellare le scritte vandaliche o abbellire aiuole e giardini. Luigi Capello, amministratore delegato di LVenture Group e fondatore di Luiss Enlabs:

"#wakeupRoma è un'iniziativa che ha un doppio scopo, da una parte quello di valorizzare il nostro brand Roma e dall'altra quello di cercare di dare una sveglia a tutta la città, perché partendo dal basso dia un segnale che la città è viva, la città è vegeta, la città vuol fare".

"Vogliamo che il 12 marzo sia un grande evento dove tutti i cittadini di Roma, o meglio tanti cittadini di Roma, scendano in piazza".

Un evento che chiama in causa il senso di responsabilità di ogni cittadino verso gli spazi in cui vive. Tema centrale per la Luiss, come spiega Dario De Cesaris, responsabile Comunicazione della Luiss Guido Carli.

"Per un ateneo che punta a creare, a formare l'eccellenza nel business, il legame con un'iniziativa di questo genere è fondamentale. Noi crediamo infatti, e lo dimostra il mondo del business, che il tema della responsabilità sia un tema centrale. La nostra università lo sta mettendo al centro di moltissime iniziative".

All'iniziativa hanno aderito in più di 50 tra istituzioni, aziende, media e associazioni. In particolare Wind, tra i principali partner dell'evento, ha messo a disposizione la piattaforma Windforfund per la campagna di crowdfunding che permette a chiunque di contribuire all'acquisto di materiali di pulizia da utilizzare durante l'evento. Evento che, come sottolinea il Direttore Public Relations di Wind Massimo Angelini, risponde alla mission ed ai valori dell'azienda:

"#wakeupRoma è una di quelle classiche iniziative che noi non potevamo non sostenere, è vicinissima ai valori e al dna di Wind. In questo caso si tratta di dare un segnale importante a Roma. Questa città ha bisogno del coinvolgimento, del contributo dei cittadini; ha bisogno di iniziative dal basso che diano il senso di quanta voglia ci sia di restituire a questa città la grande bellezza che merita".

Gli articoli più letti
Terremoto
Bloccati due sospetti sciacalli ad Amatrice, la folla inveisce
Terremoto
Ingv: quasi 1500 scosse sismiche dalla notte del terremoto
Terremoto
Papa visiterà luoghi del terremoto: porterò conforto e sostegno
Incidenti montagna
Tre alpinisti svizzeri precipitano sul Monte Rosa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Zika: studio mostra come provoca danni a cervello bimbi
Motori
Tesla annuncia nuove Model S e X con batteria per superdurata
Enogastronomia
Terremoto, un'amatriciana nei ristoranti per aiutare le imprese
Turismo
eDreams chiude I trimestre con prenotazioni e utile in aumento
Made in Italy
Istanbul, parla anche italiano il ponte più largo del mondo
TechnoFun
Apple, scoperto malware capace di violare sistema iOS negli iPhone
Scienza e Innovazione
Spazio, la capsula "Dragon" torna a terra
Moda
Moda, è morta a 86 la stilista francese Sonia Rykiel
Sostenibilità
Cinema e sostenibilità,"The Martian" in cima alla top list del Cic