sabato 25 febbraio | 21:51
pubblicato il 26/mar/2014 12:09

Vinitaly: carabinieri Nac presenti per educare consumatori contro frodi

Vinitaly: carabinieri Nac presenti per educare consumatori contro frodi

(ASCA) - Roma, 26 mar 2014 - Alla 48ma Edizione di Vinitaly, che si terra' a Verona dal 6 al 9 aprile, saranno presenti con uno spazio espositivo anche i Nuclei antifrodi carabinieri (Nac), il Reparto speciale del ministero delle Politiche agricole alimentarti e forestali che si occupa dell'azione di contrasto alle frodi all'Unione europea, riferite principalmente al sistema dei finanziamenti della Paca, e alle frodi alimentari. Nel corso della manifestazione - illustra una nota - i militari dei Nac forniranno utili consigli ai consumatori e agli operatori del settore e presenteranno anche l'attivita' operativa 2013, che ha visto l'attenzione dei Nac soprattutto sui nuovi fenomeni della contraffazione dei prodotti alimentari, riferiti essenzialmente alle violazioni sull'etichettatura, tracciabilita' e sulle false indicazioni dei marchi Dop/Igp, e sul made in Italy. Proprio per questi fenomeni di ''contraffazione'' i principali sequestri operati nel 2013 hanno riguardato oltre 9.5 mila tonnellate di prodotti alimentari e oltre 3 milioni di etichette irregolari. In tale contesto, Prevenzione, Consapevolezza ed Educazione alimentare sono elementi essenziali per garantire la tutela della qualita' e della salute a tavola. La prima regola da seguire e' leggere attentamente l'etichetta che e' la ''Carta di identita''' del prodotto che ci puo' aiutare a scegliere il meglio per la nostra tavola. I Nac ricordano che per i ''vini a denominazioni di origine Dop e Igp'' devono figurare obbligatoriamente le indicazioni su origine e provenienza, imbottigliatore, presenza di allergeni (tra cui i solfiti) e numero di lotto, mentre per i ''vini senza denominazione d'origine'' sono obbligatori anche i riferimenti all'importatore. Sono previste anche indicazioni ''facoltative'' che possono orientare maggiormente i consumatori sui criteri di maggiore trasparenza scelti da alcuni produttori, ma sono comunque vietate le ''comunicazioni ingannevoli'' come quelle su proprieta' salutistiche non autorizzate.

com-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech