sabato 10 dicembre | 15:55
pubblicato il 03/dic/2013 15:52

Ville e ditte, confiscati beni da 160 mln di euro a cosca Carini

Appartenevano ad un esponente famiglia e un imprenditore

Ville e ditte, confiscati beni da 160 mln di euro a cosca Carini

Palermo (askanews) - La Guardia di Finanza di Palermo ha confiscato un patrimonio da 160 milioni di euro, tutti nelle mani di un esponente di spicco della famiglia mafiosa di Carini e di un imprenditore ritenuto vicino alla cosca. Fra i beni c'è di tutto, due ville da 1 milione di euro, imprese con i relativi complessi aziendali, quote societarie, ditte individuali, una trentina di fabbricati e oltre 40 terreni sparsi fra le province di Palermo e Trapani.I due soggetti coinvolti sono un 57enne arrestato nel 2006 per associazione a delinquere di stampo mafioso ed estorsione come appartenente della famiglia mafiosa di Carini e condannato a 10 anni e 7 mesi di reclusione e un imprenditore considerato vicino alla famiglia sottoposto a due anni di sorveglianza speciale, arrestato nel 2007 con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina