mercoledì 22 febbraio | 00:15
pubblicato il 14/nov/2011 10:27

Vicenza, investe un gatto e non lo soccorre: multa di 389 euro

Il "pirata" della strada denunciato dai passanti

Vicenza, investe un gatto e non lo soccorre: multa di 389 euro

Vicenza, 14 nov. (askanews) - Un gatto attraversa la strada e un'auto lo investe, ma il guidatore lascia l'animale agonizzante sull'asfalto senza prestare soccorso. I passanti che assistono alla scena prendono nota della targa e lo denunciano. Morale: il "pirata" della strada dovrà pagare una multa di 389 euro per omissione di soccorso. Come riporta 'Il Giornale di Vicenza', il micio sta meglio grazie all'assistenza dei cittadini, che sono riusciti anche a prestargli soccorso portandolo velocemente da un veterinario. Il vicentino che ha investito il piccolo animale si è visto recapitare una sanzione elevata per omissione di soccorso. In effetti gli è stato comminato il minimo della multa. E' il codice della strada 2010 a prescrivere agli articoli 189-189 bis di prestare soccorso agli animali in caso di incidente. Per i trasgressori le multe vanno da 389 a 1.599 euro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia