martedì 21 febbraio | 17:49
pubblicato il 20/lug/2011 10:36

Vibo Valentia, traffico di 135mila tonnellate rifiuti tossici

Stoccati a ridosso dei campi, 18 indagati dalla Gdf

Vibo Valentia, traffico di 135mila tonnellate rifiuti tossici

Un'associazione a delinquere per il trasporto e lo smaltimento di rifiuti industriali tossici e altamente pericolosi, che operava in varie regioni tra cui Calabria, Puglia e Sicilia: a scoprirla i finanzieri del comando provinciale di Vibo Valentia, che hanno ricostruito il percorso delle 135mila tonnellate di rifiuti, stoccati in località San Calogero a ridosso di campi di agrumi. Gli indagati sono 18, tra cui due dipendenti dell'amministrazione provinciale di Vibo Valentia, che avrebbero rilasciato autorizzazioni non conformi nei confronti della società sotto inchiesta "Fornace Tranquilla Srl", il cui titolare aveva attestato il recupero mai avvenuto dei rifiuti pericolosi. I reati contestati vanno dall'associazione a delinquere finalizzata al traffico e all'illecito smaltimento di rifiuti pericolosi, al disastro ambientale con pericolo per l'incolumità pubblica, all'avvelenamento di acque e di sostanze alimentari.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia