venerdì 09 dicembre | 01:37
pubblicato il 20/lug/2011 10:36

Vibo Valentia, traffico di 135mila tonnellate rifiuti tossici

Stoccati a ridosso dei campi, 18 indagati dalla Gdf

Vibo Valentia, traffico di 135mila tonnellate rifiuti tossici

Un'associazione a delinquere per il trasporto e lo smaltimento di rifiuti industriali tossici e altamente pericolosi, che operava in varie regioni tra cui Calabria, Puglia e Sicilia: a scoprirla i finanzieri del comando provinciale di Vibo Valentia, che hanno ricostruito il percorso delle 135mila tonnellate di rifiuti, stoccati in località San Calogero a ridosso di campi di agrumi. Gli indagati sono 18, tra cui due dipendenti dell'amministrazione provinciale di Vibo Valentia, che avrebbero rilasciato autorizzazioni non conformi nei confronti della società sotto inchiesta "Fornace Tranquilla Srl", il cui titolare aveva attestato il recupero mai avvenuto dei rifiuti pericolosi. I reati contestati vanno dall'associazione a delinquere finalizzata al traffico e all'illecito smaltimento di rifiuti pericolosi, al disastro ambientale con pericolo per l'incolumità pubblica, all'avvelenamento di acque e di sostanze alimentari.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni