domenica 19 febbraio | 16:20
pubblicato il 24/feb/2015 20:03

Vertice Francia-Italia a Parigi, Renzi: no ad intervento in Libia

Fra i temi trattati con Hollande anche Ucraina e Tav

Vertice Francia-Italia a Parigi, Renzi: no ad intervento in Libia

Parigi (askanews) - I grandi temi della politica internazionale, dalla crisi in Ucraina alla situazione problematica in Libia, e il progetto dell'alta velocità Torino-Lione sono stati al centro dei colloqui fra il premier Matteo Renzi e il presidente francese Francois Hollande, nel corso del vertice intergovernativo Francia-Italia a Parigi.

La Russia deve tornare il prima possibile "al tavolo della comunità internazionale per portare il suo contributo alla soluzione delle crisi globali", ha dichiarato Matteo Renzi per poi parlare dell'altra grande crisi internazionale, la Libia, ribadendo il no del governo ad un intervento nel Paese minacciato dall'isis.

La Libia è una priorità, ha sottolineato Renzi, a cui Hollande ha risposto assicurando il sostegno della Francia all'Italia per trovare una soluzione e sostenendo la necessità di rafforzare l'operazione Triton.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia