lunedì 27 febbraio | 15:40
pubblicato il 07/feb/2015 20:08

Verso la Carta di Milano: l'eredità dell'Expo sta nelle idee

La prima versione in consegna il 28 aprile, ad ottobre all'Onu

Verso la Carta di Milano: l'eredità dell'Expo sta nelle idee

Milano, (askanews) - Un'Esposizione universale unica nella storia, perché, a differenza che in passato, lascia un'eredità concreta: la Carta di Milano. Expo Milano 2015 si presenta al mondo con "Expo delle idee": l'Hangar Bicocca ospita per una giornata oltre 500 esperti, chiamati a confrontarsi. Si inizia a scrivere questo atto di impegno in cui i protagonisti sono cittadini, istituzioni, imprese, associazioni, mondo accademico e organizzazioni internazionali. Divisi in 42 tavoli, gli esperti hanno affrontato temi legati al tema di Expo, "Nutrire il pianeta, energia per la vita". "Si va dallo spreco alimentare alla lotta alla fame, dal contrasto all'obesità alla sostenibilità dei modelli di sviluppo, beni comuni come acqua e terra e il grande tema della ricerca. Tutti questi temi sono sviluppati dai tavoli che stanno lavorando" ha spiegato il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina.

Il professor Salvatore Veca di Laboratorio Expo, che ha coordinato i tavoli di lavoro, si è ispirato al principio che ha guidato Picard per l'Exposition universelle del 1900 a Parigi: "Picard disse voglio non solo un'esposizione di prodotti, come era allora, ma di idee e del pensiero. La missione di questo Expo potrebbe essere rilanciare la sfida di un'eredità che sarà fatta di idee, pensieri, teorie e pratiche per un mondo migliore".

La Carta sarà divisa in tre sezioni, come spiega Massimiliano Tarantino, direttore di laboratorio Expo: "Un preambolo emozionale perché vogliamo che l'adesione di tutti sia consapevole, una parte di articoli dedicati ai diritti e agli impegni che ciascuno si deve prendere per dare seguito ad esempio al diritto al cibo come diritto fondamentale di tutti i cittadini, e una terza di apparati".

Anche il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della Carta, ha sottolineato l'importanza di inserire nella Costituzione italiana un diritto fondamentale come quello al cibo.

Il prossimo appuntamento per la Carta di Milano è il 28 aprile, quando sarà presentata la prima versione, che poi sarà sottoposta all'esame dei ministri dell'agricoltura e dei 6 mesi di Expo: a ottobre sarà consegnata al segretario generale dell'Onu, Ban-ki Moon, collegando Expo 2015 all'appuntamento agli obiettivi del Millennio.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech