mercoledì 18 gennaio | 00:38
pubblicato il 01/feb/2013 12:39

Veneto: Enel, 1 famiglia su 30 autoproduce energia

(ASCA) - Venezia, 1 feb - Una famiglia veneta su 30 autoproduce l'energia che consuma. Il dato emerge dal consuntivo dell'attivita' di Enel Distribuzione che nel 2012, ha concluso l'allacciamento alla rete di quasi 20.000 nuovi impianti fotovoltaici. Il Veneto si conferma cosi' tra le principali aree di sviluppo delle fonti rinnovabili.

I dati Enel evidenziano un 2012 con luci e ombre. In termini numerici le nuove installazioni sono di poco superiori a quelle registrate nel 2010, anno in cui gli italiani ''scoprono' il fotovoltaico. Rispetto al 2011, l'anno del vero e proprio boom, si registra tuttavia un calo del numero dei nuovi impianti (-18%) ma soprattutto della potenza complessiva installata che passa da 860.000 a 437.000 chilowatt.

I Veneti continuano dunque a credere nei vantaggi del fotovoltaico ma scelgono impianti di taglia piu' piccola, forse per contenere i costi di investimento che richiedono tempi di ammortamento piu' lunghi per via della riduzione degli incentivi previsti dagli ultimi Conti Energia.

La potenza complessiva degli impianti connessi fino ad oggi in Veneto e' di circa 1.800 Megawatt, sufficienti a soddisfare le necessita' di circa 800.000 famiglie. Si stima che nella regione l'investimento complessivo nel settore fotovoltaico sia stato dell'ordine dei 5 miliardi di euro.

''Nonostante il minor numero di connessioni il 2012 e' stato comunque un anno impegnativo - sottolinea Roberto Ruggiano, responsabile Enel Distribuzione Triveneto - perche' le richieste si sono concentrate in pochi mesi, quelli a ridosso delle scadenze degli incentivi. Nel 99,99% dei casi siamo riusciti ad assicurare l'allacciamento degli impianti entro i termini imposti dall'Authority per l'energia. Questo ha permesso a cittadini e imprese di contare su tempi e condizioni certe per l'entrata in servizio dei pannelli fotovoltaici. L'impegno di Enel Distribuzione -continua Roberto Ruggiano - si concentra ora sull'identificare i migliori assetti della rete elettrica: impianti fotovoltaici, sistemi di automazione, mobilita' elettrica, progetti smart cities sono soltanto alcuni degli elementi che hanno profondamente mutato lo scenario e che impongo di riprogettare ed adeguare la rete di distribuzione secondo nuovi parametri.'' In una ideale ''classifica delle province piu' verdi', Treviso (5.002 impianti, 96 MegaWatt di potenza complessiva) e Padova (4.236, 88 MW) si confermano come le province con il maggior numero di installazioni nonostante un calo rispettivamente del 20% e del 17%. Invariate anche le altre posizioni ma con diminuzioni piu' o meno marcate: Vicenza (3.729, 66 MW) -10%; Venezia (2.944, 58 MW) -14%; Verona (2.239, 81 MW), quinta, spunta un secondo posto a pari merito con Padova per potenza complessiva, ma presenta un calo del 31% nel numero di impianti; Belluno (990, 24 MW); Rovigo (774, 24 MW).

fdm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa