mercoledì 18 gennaio | 07:15
pubblicato il 03/ott/2013 16:49

Vajont: sindaco Padrin, non e' facile perdonare

Vajont: sindaco Padrin, non e' facile perdonare

(ASCA) - Longarone (BL), 3 ott - A 50 anni dall' ''inumana tragedia'', come l'ha definita Franco Gabrielli, capo della protezione civile, arrivano le prime scuse dello Stato (i ministri Orlando e Carrozza), ma i responsabili del disastro possono essere perdonati? ''Personalmente sono indotto a perdonare, perche' alimentare il rancore mi fa male, ma come comunita' e' difficile, per non dire impossibile'' risponde il sindaco di Longarone, Roberto Padrin. ''Nel caso del Vajont, la ferita e' molto profonda, non si e' cicatrizzata, e il perdonare puo' essere coniugato solo al pensiero singolare. E' il singolo individuo che puo' o meno perdonare.

Compito di chi rappresenta le istituzioni e', a parer mio, non avocare a se' questa determinazione, ma favorire, questo si, la realizzazione di un contesto perche' questo possa avvenire nel modo piu' condiviso possibile la considero un dovere civico''. Allora sono inutili anche le scuse che il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, il prefetto Gabrielli, Maria Chiara Carrozza, ministro della pubblica istruzione, hanno presentato nelle loro recenti visite ai luoghi del Vajont? ''I rappresentanti delle massime istituzioni, riconoscendo le colpe dello Stato e scusandosi per questo nei confronti delle comunita' colpite nel 1963, hanno fatto uno straordinario passo avanti nell'opera di riconciliazione - sottolinea ancora il sindaco -. Le loro parole sono state apprezzate dalle popolazioni del Vajont e da me per primo. Gradirebbero sentirle anche dalla voce di rappresentanti ancora piu' autorevoli delle istituzioni. Di questa catastrofe, infatti, non si comprende ancora perche' lo Stato non sia intervenuto di fronte al pericolo evidente e permetta ancora che i dubbi sulla commistione con i costruttori dell'impianto abbiano fondamento''.

fdm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa