venerdì 02 dicembre | 23:32
pubblicato il 03/ott/2013 16:57

Vajont: come ando' quel 9 ottobre. ''Che Dio ce la mandi buona''

Vajont: come ando' quel 9 ottobre. ''Che Dio ce la mandi buona''

(ASCA) - Longarone (BL), 3 ott - La mattina del 9 ottobre l'ingegner Biadene richiama in servizio l'ingegner Pancini con una lettera emblematica che riportiamo integralmente. E che testimonia come i responsabili della diga non ritenessero imminenti dei problemi di sicurezza. ''Egregio ingegnere, la situazione del Vajont mi costringe a scriverle di rientrare a Venezia,anziche' andare a Wiesbaden. Questo rientro anticipato e' anche consigliato dalla probabile presenza a Venezia, per decisioni, che debbo ritenere importanti, del presidente e del direttore generale tra il 14 e il 19 corrente. Tornando al Vajont, le diro' che in questi giorni le velocita' di traslazione della frana sono decisamente aumentate. Ieri mattina sono state per qualche punto di 20 cm nelle 24 ore e questo sia in basso che in alto. Ieri sono stato sul posto con Caruso che segue le cose da vicino e tornero' lassu' venerdi', 11 corrente, con l'ing. Baroncini e con il dottor Esu, mandato in avanscoperta dal prof. Penta in vista di un'eventuale visita della commissione di collaudo o, quanto meno, dei componenti piu' attivi, il prof. Penta e l'ingegner Sensidoni. Le fessure sul terreno, gli avvallamenti sulla strada, le evidenti inclinazioni degli alberi sulla costa che sovrasta la ''Pozza'', l'aprirsi della grande fessura che delimita la zona franosa, il muoversi dei punti anche verso la ''Pineda'' che finora erano rimasti fermi, fanno pensare al peggio. Ieri abbiamo telegrafato al Sindaco di Erto e alla Prefettura di Udine, chiedendo che sia ripristinata l'ordinanza di divieto di transito sulla strada; intanto il serbatoio sta calando un metro al giorno e questa mattina dovrebbe essere a quota 700. Penso di raggiungere quota 695 sempre allo scopo di creare una fascia di sicurezza per le ondate. La popolazione e' totalmente sgombrata da ieri sera e permane sul posto durante il giorno per la raccolta delle patate. In tutto questo affare quello che e' veramente strano e' che non si notano ancora cadute di materiali lungo i bordi dell'acqua. Mi spiace darle tante cattive notizie e di doverla far rientrare anzitempo. Grazie della sua cartolina e molti cordiali saluti. F.to dr.ing. N.A. Biadene.

P.S. Mi telefona ora il geom. Rossi che le misure di questa mattina mostrano essere ancora maggiori di quelle di ieri, raggiungendo una maggiorazione del 50% !! (cioe' da 20 a 30 cm ). Si nota anche qualche piccola caduta di sassi al bordo ovest (verso la diga) della frana. Che Iddio ce la mandi buona''.

fdm/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari