sabato 25 febbraio | 17:34
pubblicato il 11/set/2012 16:08

Usa/ Studio: Tablet prima di andare a letto può disturbare sonno

Luce interrompe la produzione della melatonina

Usa/ Studio: Tablet prima di andare a letto può disturbare sonno

Roma, 11 set. (askanews) - Gli irriducibili del tablet hanno le ore - di sonno - contate. Può rischiare l'insonnia chi porta con sé il computer a letto per navigare su internet fino all'ultimo secondo utile, per controllare i social network o scaricare la posta elettronica. La luce bluastra che gli schermi emettono può infatti impedire di dormire bene, scrive oggi il Telegraph in un interessante articolo che riprende uno studio effettuato a New York. Questo genere di luce infatti simula la luce del giorno e dunque può persuadere il cervello che non sia ancora l'ora di coricarsi. La luce blu inibisce la produzione di una sostanza chimica nel cervello chiamata melatonina, che ci aiuta a prendere sonno: il cervello umano è abituato a essere sveglio nelle ore di luce diurna. La luce dai toni più arancioni o rossi, invece, non ferma la produzione di melatonina, probabilmente perchè i nostri cervelli la riconoscono come un indizio che il giorno sta finendo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech