domenica 22 gennaio | 11:39
pubblicato il 28/gen/2011 18:32

Università, Domani entra in vigore riforma tra denunce studenti

Link: d'ora in poi iscritti triennio estromessi progetti ricerca

Università, Domani entra in vigore riforma tra denunce studenti

Roma, 28 gen. (askanews) - A 15 giorni dalla pubblicazione in gazzetta ufficiale, domani la riforma dell'università entrerà in vigore. E ancora una volta non mancano le polemiche: ad innescarle sono gli studenti di Link-coordinamento universitario, che oggi hanno messo in risalto l'estromissione, prevista dal comma 5 dell'articolo 18 della stessa legge n. 240/2010, degli studenti delle lauree triennali tra le figure accademiche che si occupano della realizzazione dei progetti di ricerca e delle tesi di laurea sperimentali. "Nell'elenco di figure universitarie - dichiara il coordinatore di Link Claudio Riccio - vi sono solo una parte dei ricercatori, alcune figure di assegnisti, escludendo buona parte delle figure precarie, come già denunciato dal Coordinamento precari dell'università. Ciò che ancora non è emerso è che in questo elenco non vi sono inseriti gli studenti delle lauree triennali". Secondo il rappresentante dell'associazione studentesca "ciò comporterà, a partire da domani, che gli studenti dei corsi di laurea triennale che stanno svolgendo progetti di ricerca e tesi di laurea sperimentale, non avranno più la copertura legale per farlo e dovranno essere allontanati dai laboratori ed esclusi dai gruppi di ricerca". Durissimo il giudizio finale del coordinatore di Link: "la riforma che, secondo la ministra Gelmini, dovrebbe avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, in realtà impedisce loro di fare un'esperienza reale di ricerca sperimentale fin dai primi tre anni di università. Invitiamo da subito tutti gli atenei ad intraprendere azioni nei confronti del Miur, affinchè venga garantito a tutti gli studenti la possibilità di svolgere attività di ricerca. Questa vicenda , - conclude Riccio - è l'ennesima prova dell'incapacità del ministro e dei suoi collaboratori, oltre che del disinteresse di questa maggioranza nei confronti della ricerca".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Maltempo
Rigopiano: si continua a scavare sotto la pioggia. Rischio slavine
Maltempo
Hotel Rigopiano, ospedale Pescara: 9 soccorsi in buone condizioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4