martedì 21 febbraio | 15:23
pubblicato il 28/gen/2011 18:32

Università, Domani entra in vigore riforma tra denunce studenti

Link: d'ora in poi iscritti triennio estromessi progetti ricerca

Università, Domani entra in vigore riforma tra denunce studenti

Roma, 28 gen. (askanews) - A 15 giorni dalla pubblicazione in gazzetta ufficiale, domani la riforma dell'università entrerà in vigore. E ancora una volta non mancano le polemiche: ad innescarle sono gli studenti di Link-coordinamento universitario, che oggi hanno messo in risalto l'estromissione, prevista dal comma 5 dell'articolo 18 della stessa legge n. 240/2010, degli studenti delle lauree triennali tra le figure accademiche che si occupano della realizzazione dei progetti di ricerca e delle tesi di laurea sperimentali. "Nell'elenco di figure universitarie - dichiara il coordinatore di Link Claudio Riccio - vi sono solo una parte dei ricercatori, alcune figure di assegnisti, escludendo buona parte delle figure precarie, come già denunciato dal Coordinamento precari dell'università. Ciò che ancora non è emerso è che in questo elenco non vi sono inseriti gli studenti delle lauree triennali". Secondo il rappresentante dell'associazione studentesca "ciò comporterà, a partire da domani, che gli studenti dei corsi di laurea triennale che stanno svolgendo progetti di ricerca e tesi di laurea sperimentale, non avranno più la copertura legale per farlo e dovranno essere allontanati dai laboratori ed esclusi dai gruppi di ricerca". Durissimo il giudizio finale del coordinatore di Link: "la riforma che, secondo la ministra Gelmini, dovrebbe avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, in realtà impedisce loro di fare un'esperienza reale di ricerca sperimentale fin dai primi tre anni di università. Invitiamo da subito tutti gli atenei ad intraprendere azioni nei confronti del Miur, affinchè venga garantito a tutti gli studenti la possibilità di svolgere attività di ricerca. Questa vicenda , - conclude Riccio - è l'ennesima prova dell'incapacità del ministro e dei suoi collaboratori, oltre che del disinteresse di questa maggioranza nei confronti della ricerca".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia