sabato 21 gennaio | 16:31
pubblicato il 22/feb/2013 18:19

Universita': Medici, test a luglio? Profumo calpesta diritto a studio

(ASCA) - Roma, 22 feb - ''Un Governo in articulo mortis in piena campagna elettorale continua a adottare provvedimenti legislativi, che camuffati da buone intenzioni, in realta' non sono altro che blitz. E si vogliono far passare riforme importanti e strutturali, come quelle del test d'ingresso a Medicina, con la scorciatoia dei Decreti''. E' il 'J'accuse' dei medici dirigenti Anaao Assomed sulla decisione del ministro Profumo di anticipare al mese di luglio i test per l'accesso all'Universita'.

''L'esame di ammissione all'Universita' - ricordano - e' impegnativo, soprattutto dopo aver sostenuto il primo grande esame della vita di uno studente, cioe' la maturita'. Un mese di tempo e' gia' poco per la preparazione di un test il cui risultato segnera' profondamente tutta la vita e il proprio percorso professionale. Gli enfatizzati vantaggi di un esame anticipato sfuggono ai piu', ed ancora una volta trasparenza e merito diventano alibi per provvedimenti miopi e frettolosi. Non sara' certamente anticipare di circa 40 giorni il test a Medicina che ci mette al passo con l'Europa''. ''Meglio sarebbe - obietta Anaao Assomed - allinearsi agli standard europei in altri ambiti, quali la organizzazione dei tirocini pratici e della attivita' clinica durante i 6 anni di corso. Ne' il Ministro dell'Universita', Francesco Profumo, si degna di spiegare perche' l'esame di ammissione alle professioni sanitarie rimane a settembre, mentre quello per medicina e veterinaria si anticipa a luglio. Si e' convinti dell'utilita' generale dell'anticipo per tutte le lauree a numero chiuso o si va per tentativi che nascondono retro pensieri? Se l'intento e' ridurre i tempi morti, meglio rendere i corsi di laurea gia' abilitanti alla professione eliminando il tempo morto del tirocinio e dell' esame di stato e velocizzando l'ingresso nel mondo del lavoro''.

E concludono: ''Invece di un cambiamento radicale che superi i quiz alla 'grattachecca' o al 'nome dell'asino di Garibaldi' per sposare il modello francese della selezione sul campo, il Ministro, che sara' ricordato per aver utilizzato la legge di spending review della sanita' per prorogare l'incarico dei colleghi Rettori, tenta di camuffare una ulteriore limitazione del diritto allo studio come chance per gli studenti''.

com/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4