sabato 03 dicembre | 08:25
pubblicato il 26/dic/2011 13:28

Un viaggio in zattera alla scoperta del sottosuolo di Napoli

Sulla "Caronte" nel tunnel Borbonico

Un viaggio in zattera alla scoperta del sottosuolo di Napoli

Napoli (askanews) - Un viaggio emozionante alla scoperta di Napoli come quasi nessuno l'ha mai vista: dalle sue viscere. Un percorso quaranta metri sottoterra, al centro di un fiume a bordo di una zattera alla scoperta del sottosuolo partenopeo. Dopo anni di lavoro, a Santo Stefano il tunnel è stato riaperto al pubblico, grazie all'opera di Gianluca Minin. Il percorso inizia al centro di una cisterna del seicentesco acquedotto di Napoli. Da quel punto partirono, negli anni '80, i lavori per la costruzione della Ltr poi sospesi e mai più ripresi. Così nel cuore della città è rimasto abbandonato un lunghissimo tunnel, che si è lentamente allagato, fino a creare il nuovo suggestivo percorso sotterraneo. Per accedere a bordo della Zattera chiamata Caronte Napoletano è necessario prenotare al sito web del tunnel borbonico.

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari