lunedì 20 febbraio | 07:30
pubblicato il 26/dic/2011 13:28

Un viaggio in zattera alla scoperta del sottosuolo di Napoli

Sulla "Caronte" nel tunnel Borbonico

Un viaggio in zattera alla scoperta del sottosuolo di Napoli

Napoli (askanews) - Un viaggio emozionante alla scoperta di Napoli come quasi nessuno l'ha mai vista: dalle sue viscere. Un percorso quaranta metri sottoterra, al centro di un fiume a bordo di una zattera alla scoperta del sottosuolo partenopeo. Dopo anni di lavoro, a Santo Stefano il tunnel è stato riaperto al pubblico, grazie all'opera di Gianluca Minin. Il percorso inizia al centro di una cisterna del seicentesco acquedotto di Napoli. Da quel punto partirono, negli anni '80, i lavori per la costruzione della Ltr poi sospesi e mai più ripresi. Così nel cuore della città è rimasto abbandonato un lunghissimo tunnel, che si è lentamente allagato, fino a creare il nuovo suggestivo percorso sotterraneo. Per accedere a bordo della Zattera chiamata Caronte Napoletano è necessario prenotare al sito web del tunnel borbonico.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia